Prima Pagina>Esteri>La polizia britannica ha smesso di cercare Emiliano Sala 
Esteri

La polizia britannica ha smesso di cercare Emiliano Sala 

La polizia britannica ha smesso di cercare Emiliano Sala 

 (Afp)

  Emiliano Sala

La polizia ha annunciato la fine delle ricerche di Emiliano Sala, il giocatore argentino di origini italiane scomparso lunedì sera mentre era in volo su un piccolo aereo nei cieli sopra la Manica. L’area è stata scandagliata dai soccorritori, con il supporto di elicotteri e navi, ma i soccorritori non sono riusciti a trovare né lui né il pilota del Piper Malibu. 

Già dopo 48 ore, avevano riferito che non c”era “alcuna speranza” di trovarli vivi vista la temperatura del mare. L’attaccante aveva appena firmato con il Cardiff City e si stava giusto recando dalla sua nuova squadra dopo aver salutato i compagni a Nantes, in Francia. Nell’ultima telefonata, un messaggio audio Whatsapp, aveva detto: “Ho paura, questo aereo sembra dover cadere a pezzi da un momento all’altro. Se non avete mie notizie nel giro di un’ora e mezza venitemi a cercare…”.

Le altre tragedie del calcio legate a disastri aerei

Si delina dunque un nuovo lutto per il calcio legato a un disastro aereo. La sempre più probabile tragedia di lunedì scorso sui cieli della Manica arriva appena tre mesi dopo lo schianto dell’elicottero in cui era morto il proprietario del Leicester, Vichai Srivaddhanaprabha, vicino al King Power Stadium. Questi i principali precedenti: 
 

  • 4 maggio 1949: l’aereo che trasporta il Grande Torino si schianta contro il muraglione della Basilica di Superga. Perdono la vita 31 persone, tra cui tutti i 18 componenti della formazione granata.
     
  • 6 febbraio 1958: muoiono 8 giocatori del Manchester United, squadra allestita da sir Matt Busby e diventata famosa con il nome di “Busby Babes”. Al rientro da un match di Coppa dei Campioni, l’aereo su cui viaggiava la squadra si schianta poco dopo il decollo da Monaco di Baviera. Busby riceve due volte l’estrema unzione per la gravità delle ferite, ma si salva miracolosamente.
     
  • 28 aprile 1993: 18 giocatori della nazionale dello Zambia, di ritorno da una trasferta in Coppa d’Africa, muoiono dopo che il loro aereo si inabissa al largo del Gabon.
     
  • 22 ottobre 1996: il vice presidente del Chelsea, Matthew Harding, muore precipitando con il suo elicottero in rientro da una trasferta a Bolton.
     
  • 28 novembre 2016: l’aereo con a bordo la squadra brasiliana della Chapecoense precipita sulle Ande nei pressi di Medellin, in Colombia, a causa della mancanza di carburante. Tra i 71 morti ci sono 19 calciatori, altri tre sono fra i soli sei superstiti.
     
  • 27 ottobre 2018: Vichai Srivaddhanaprabha, presidente del Leicester, muore insieme alla figlia e ai due piloti dell’elicottero che si schianta poco dopo il decollo dal King Power Stadium.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.

Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *