Prima Pagina>Esteri>Le elezioni europee 2019 in diretta
Esteri

Le elezioni europee 2019 in diretta

20.25 – AFFLUENZA PIÙ ALTA DEGLI ULTIMI 20 ANNI IN UE

L’affluenza al voto delle Europee è la più alta negli ultimi venti anni: secondo le stime diffuse dal portavoce del Parlamento europeo per i 27 Paesi si avvicina al 51%. Dipenderà poi dall’affluenza registrata nel Regno Unito, se l’affluenza sarà al 49% o salirà al 52%.

20.05 – EXIT POLL FRANCIA: LE PEN PRIMA

Rassemblement National di Marine Le Pen primo partito con il 23,2% dei voti. La Republique en Marche di Emmanuel Macron è al 21,9%. Questi i primi exit poll della società Ipsos per France 2.

19.50 – IN UNGHERIA DOMINA ORBAN

In Ungheria il partito di Viktor Orban, Fidesz, si conferma in testa ai primi exit poll con un netto 56%. Emerge dai numeri resi noti da Europe Elects. Il risultato è superiore di 4 punti percentuali rispetto alle elezioni europee del 2014.

19.38 – EXIT POLL FRANCIA: LE PEN IN TESTA

Secondo exit poll pubblicati dai media belgi, in Francia la lista del Rassemblent National di Marine Le Pen è primo partito con uno scarto di due-tre punti sulla lista Renaissance del partito di Emmanuel Macron. Il primo avrebbe ottenuto tra il 23 e il 25% contro il 19-22% della lista del presidente.

19.17 – AFFLUENZA AL 41,92%, IN AUMENTO

Alle elezioni Europee alle ore 19 secondo i primi dati (circa metà dei comuni su 7.915) ha votato in italia il 41,92% degli aventi diritto, un punto in più rispetto alle analoghe elezioni del 2014 (40,71%). Lo rende noto il sito del ministero dell’Interno. Nel 2014 l’affluenza finale alle ore 23 fu del 58,6%. Alle Politiche del 2018 (Camera) l’affluenza alle ore 19 fu del 58,4%.

18.51 – ESULTANO I VERDI EUROPEI

I Verdi europei esultano per i primi successi ottenuti alle elezioni europee in alcuni Paesi come ad esempio la Germania. «Grazie a tutti quelli che ci hanno dato fiducia», ha detto raggiante la candidata di punta dei Verdi europei, la tedesca Ska Keller, in una conferenza stampa organizzata al Parlamento europeo. «È una grande festa, ma anche una grande responsabilità tradurre in azione quello che la gente ci ha chiesto, come la protezione del pianeta e la lotta per le libertà civili».

18.40 – AFFLUENZA RECORD IN GERMANIA

In Germania le ultime proiezioni diffuse dalla Zdf segnalano un’affluenza al 60%. Sarebbe il dato più alto dalla riunificazione del Paese.

18.25 – TSIPRAS SECONDO IN GRECIA

Il principale partito di opposizione Nea Dimokatia (ND) di Kyriakos Mitsotakis, che fa capo alla famiglia del Partito popolare europeo, è in testa ai risultati in Grecia con il 36%, secondo i primi exit poll diffusi da Europe Elects. Il partito di sinistra Syriza, del premier Alexis Tsipras, tiene con il 27%, ma scivola al secondo posto. Arretra la formazione di estrema destra Alba Dorata, che si attesta al 6%. Nel 2014 Syriza aveva ottenuto 6 seggi (26,57%), Nuova Democrazia 5 (22,72%), Alba Dorata 3 (9,39%).

18.10 – LA MERKEL RESISTE, VOLANO I VERDI

Alle Europee in Germania l’Unione Cdu-Csu di Angela Merkel si conferma il primo partito negli exit poll con il 27.5%, ma perde il 7,8%. L’Spd otterrebbe 15,6%, perdendo l’11,9%. Successo dei Verdi: arrivano al 20.5%, con un +9.8%, ben oltre le attese, e diventano il secondo partito. L’AfD sta al 10.5%, +3,4%.

17.07 – KURZ VINCE IN AUSTRIA

Alle europee in Austria vince il Partito popolare del cancelliere Sebastian Kurz. Perdono, ma non crollano dopo lo scandalo di Heinz Christan Strache, i nazionalisti. In calo anche i socialdemocratici. Secondo le stime della tv pubblica Orf, la Oevp di Kurz è al 34% (+7,5%), l’Spoe si ferma al 23,5% (-0,6%) e la Fpoe scende al 17,5% (-2,2%).

17.05 – AFFLUENZA BOOM IN FRANCIA

Confermata l’affluenza in forte aumento in Francia. Alle ore 17 di oggi, riferisce il ministero dell’Interno di Parigi, il livello di partecipazione alle elezioni europee è stato del 43,29% contro il 35% del voto Ue del 2014, alla stessa ora.

16.25 – AFFLUENZA IN AUMENTO IN TUTTA UE

Affluenza ai seggi in aumento nei principali Paesi europei. Oltre che in Francia (+4% rispetto al 2014), in Germania alle 14 la percentuale di persone che si è recata a votare era del 29,4% rispetto al 25,6% del 2014. In Spagna numeri ancora più alti se confrontati con le Europee di cinque anni fa: l’affluenza delle 14 infatti era del 34%, più alta di dieci punti percentuali rispetto al 2014. Boom in Ungheria, dove alle 15 l’affluenza era pari al 30,52%, già più alta di quella complessiva di cinque anni fa.

16.10 – BOSSOLI DI PROIETTILI NEI SEGGI NEL NUORESE

Un invito a non votare e alcuni bossoli di proiettili sono stati lasciati davanti a tre scuole sedi di seggi elettorali, a Posada e Siniscola, e al Comune di Budoni, tutti centri del Nuorese. La scoperta è stata fatta ieri a tarda sera, riportata oggi dai quotidiani sardi e confermata all’ANSA dagli investigatori. Nel volantino, firmato dal sedicente Movimento politico reazionario, si accusa l’Europa di utilizzare l’Italia come discarica e di non curarsi dei migranti”.

Fonte

Rispondi