Prima Pagina>Esteri>Libia nel caos: riunione d’emergenza del Consiglio di sicurezza dell’Onu
Esteri

Libia nel caos: riunione d’emergenza del Consiglio di sicurezza dell’Onu

libia onu

 Abdullah Doma/Afp

 Khalifa Haftar

Con il convoglio del generale Khalifa Haftar a meno di 30 chilometri da Tripoli dove ha sede il governo di unità nazionale, il Consiglio di sicurezza dell’Onu si riunirà d’urgenza stasera alle 21 ora italiana su richiesta della Gran Bretagna. Da anni LE due autotorità si contendono la Libia dopo l’uccisione di Muhammar Gheddafi avvenuta nel 2011. 

Da ieri sera le forze di Haftar sono accampate al “check point 27”, un posto di blocco a 27 chilometri da Tripoli: del convoglio fanno parte una quindicina di pick-up armati di mitragliere anti-aeree e alcune decine di soldati. Il comandante delle operazioni militari dell’ANL nella regione occidentale, il generale Abdessalem al-Hassi, ha confermato che le sue forze hanno conquistato il posto di blocco senza combattere. In precedenza, il maresciallo Khalifa Haftar aveva ordinato alle sue forze di “avanzare” verso Tripoli.

“È giunto il momento”, ha detto il generale, ordinando alle truppe a lui fedeli “di avanzare” su Tripoli in un messaggio audio, promettendo di risparmiare civili, “istituzioni statali” e cittadini stranieri. Il primo ministro Fayez al-Sarraj ha ordinato alle sue truppe di tenersi pronte a “affrontare qualsiasi minaccia”. Potenti gruppi armati nella città di Misurata (ovest), fedeli alla GNA, si sono detti “pronti a fermare l’avanzata maledetta” del filo-Haftar, chiedendo a Serraj di dare i suoi “ordini” senza indugio.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.

Rispondi