Prima Pagina>Esteri>“Slovenia ex satellite sovietico”. La gaffe del ministro degli Esteri britannico
Esteri

“Slovenia ex satellite sovietico”. La gaffe del ministro degli Esteri britannico

jeremy hunt slovenia

Nuova gaffe del ministro degli Esteri britannico, Jeremy Hunt: in missione a Lubiana per parlare dei colloqui sulla Brexit con il collega sloveno, Miro Cerar, il capo del Foreign Office ha definito la Slovenia un ex Paese satellite sovietico, ‘dimenticando’ che all’epoca faceva parte della Jugoslavia che rientrava tra i Paesi non allineati. Come ha raccontato il Guardian, in conferenza stampa Hunt ha voluto sottolineare “la straordinaria trasformazione” del Paese balcanico, “da Stato satellite dell’Urss a moderna democrazia europea, membro dell’Ue e della Nato, con una florida economica e un turismo crescente. Un esempio dell’Europa al suo meglio”.

Un errore che non è stato fatto notare dai presenti ma che ha fatto infuriare l’ex presidente del Parlamento sloveno, Milan Brglez, che ha denunciato “l’arrogante lezione” fornita dal ministro britannico e ha attaccato i rappresentanti sloveni per non aver protestato. Hunt non è nuovo a simili episodi: l’estate scorsa aveva parlato della moglie cinese, indicandola come giapponese, un errore non da poco considerato che i due Paesi sono da decenni acerrimi rivali. 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.

Rispondi