Prima Pagina>Esteri>Un giudice degli Stati Uniti: “LʼIran deve risarcire le vittime dellʼ11 settembre”
Esteri

Un giudice degli Stati Uniti: “LʼIran deve risarcire le vittime dellʼ11 settembre”

Un togato ha stabilito che il governo di Teheran dovrà pagare più di 6 miliardi di dollari alle famiglie coinvolte nella strage al World Trade Center del 2001. Il motivo? Gli sciiti sono ipoteticamente responsabili dell’addestramento dei terroristi

Il tribunale di New York ha stabilito che Iran, Banca centrale iraniana e Guardiani della rivoluzione islamica sono i responsabili per la morte di oltre mille persone a causa dell’attacco terroristico dell’11 settembre. Con questa motivazione, il giudice statunitense George Daniels ha deciso che Teheran dovrà risarcire le famiglie delle vittime per una somma totale di più di 6 miliardi di dollari. In realtà prove di legami diretti tra Iran e i terroristi responsabili dell’attacco alle Torri Gemelle non ce ne sono, ma la sentenza è stata formulata sulla base dell’ipotesi che gli attentatori siano stati addestrati nel Paese sciita.

11 settembre

Il giudice Daniels ha stabilito un risarcimento di 12,5 milioni di dollari per i coniugi, 8,5 milioni per i genitori e i bambini e 4,25 milioni per i fratelli. Una sentenza che farà discutere parecchio, soprattutto perché resta  da vedere, sul piano internazionale, come e se la sentenza avrà seguito. Per ora nessun commento sulla sentenza è arrivato da Teheran, ma in passato l’Iran aveva già definito accuse del genere “ridicole“, visto che nessuno degli autori dell’attacco era iraniano e non ci sono prove di legami diretti tra l’attentato e Iracheni.

Rispondi