Prima Pagina>Esteri>Una trans è stata aggredita durante una manifestazione di algerini a Parigi. Il video 
Esteri

Una trans è stata aggredita durante una manifestazione di algerini a Parigi. Il video 

trans aggressione parigi 

Una transessuale è stata aggredita e umiliata da tre uomini che partecipavano a una grande manifestazione contro il presidente algerino Abdelaziz Bouteflika in Place de la Republique, nel centro di Parigi. Il video è diventato virale e la donna ha deciso di venire allo scoperto e dare la sua versione dei fatti, per denunciare l’odio di cui i trans sono oggetto. “La violenza contro questa comunita’ ha luogo tutti i giorni, ma alcune persone non avranno la forza che ho io e saranno distrutti da questi attacchi”, ha sottolineato la 31enne Julia, mentre la procura ha aperto un inchiesta per violenza legata a orientamento sessuale e identità di genere.

Dalle immagini si vede la transessuale, vestita con una gonna corta nera e una camicia a righe, salire le scale della metropolitana e un uomo allungare la mano e scompigliarle rudemente i capelli; una ragazza con la bandiera algerina si fa avanti per aiutarla ma lei continua a salire le scale. A quel punto, alcuni manifestanti la bloccano, apostrofandola con un “allora, sei un uomo, non ti facciamo passare” prima che uno di loro cominci a picchiarla e un altro la prenda a calci. A quel punto interviene la polizia e la porta in salvo, dandole però del “signore” ed esortandola a “non vestirsi cosi'”.

Commentando in tv e alla radio quanto successo, Julia ha specificato che l’aggressione non ha niente a che fare con la comunità algerina ma è stata colpa di persone ignoranti. Ha poi spiegato di essersi fatta avanti “senza aspettarsi necessariamente che queste persone vengano punite”. “Ma voglio che le cose vadano avanti e si evolva il modo in cui le persone ragionano”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it.
Se invece volete rivelare informazioni su questa o altre storie, potete scriverci su Italialeaks, piattaforma progettata per contattare la nostra redazione in modo completamente anonimo.

Rispondi