Prima Pagina>Cronaca>Il Presidente Sezione ANFI Bruxelles-UE Alessandro Butticè ricorda Gino Falleri
Cronaca Esteri Eventi

Il Presidente Sezione ANFI Bruxelles-UE Alessandro Butticè ricorda Gino Falleri

Bruxelles 18marzo, Il discorso di apertura dei lavori del gia’ Gen. della Guardia di Finanza ALESSANDRO BUTTICE’ nel ricordo del dott. GINO FALLERI  deceduto il 18 MARZO proprio lo stesso giorno di inizio  conferenza da lui stesso organizzata.

Ho purtroppo un triste annuncio da fare. Oggi é morto Gino Falleri, vice presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio, che ha contribuito all’organizzazione di questa conferenza, e doveva essere con noi, come indicato nel programma.
Gino Falleri, era il vice presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Lazio. Nato a Mercatello sul Metauro luglio 1926 aveva 92 anni. Laureato in Giurisprudenza,era iscritto all’Albo dei giornalisti del Lazio, elenco pubblicisti, dal 1957.
Personaggio storico del giornalismo romano e non solo,ha iniziato la sua carriera come volontario a:

Il Messaggero di Roma e successivamente al Popolo di Roma. Ha collaborato con il Momento Sera, Il Giornale d’ Italia, Italia Sera,  l’Opinione, Il Globo, Il Resto di cui è stato il garante del lettore, nonché con l’agenzia ASCA e il GR2.

Tra i tanti incarichi è stato segretario generale aggiunto della FNSI e membro della Giunta della Federazione nazionale della stampa (1974-1976, 1978-1984 e dal 2007 al 2011), docente di diritto all’informazione e
giornalismo presso alcuni atenei italiani, tra cui: Luiss,Università di Pisa (dal 2005 al 2011), Università degli
Studi  Gabriele  D’Annunzio (2006-2007), Università di Siena (dal 2008 al 2012) e l’Università del Foro Italico(dal 2012 al 2013).
Consigliere del Comitato di direzione della Scuola Superiore di giornalismo della LUISS e socio fondatore e consigliere dell’Eurispes. Il 20 maggio 2013 era stato rieletto con 709 voti, al primo turno, alle elezioni per il rinnovo del Consiglio regionale dei giornalisti del Lazio, e successivamente eletto dal nuovo Consiglio regionale dell’Ordine vicepresidente.
In sua memoria chiedo pertanto un minuto di silenzio.”

dott. Gino Falleri

                                                                                                  ***
-L’idea di questo evento, continua Butticè- è nato dalla duplice volontà degli organizzatori di contribuire:

da un lato, a rafforzare il sistema Italia a Bruxelles e l’informazione sull’ Europa ed il suo funzionamento in Italia

 dall’altro a permettere ai tanti giornalisti italiani residenti in Belgio, di poter seguire corsi di formazione professionale, ed ottenere dall’ Ordine dei giornalisti i necessari crediti formativi, senza essere obbligati a rendersi per questo in Italia o a seguirli on line.

ANFI

È per questa ragione che, nella mia duplice veste di Presidente della Sezione di Bruxelles-Unione Europeadell’ANFI (l’Associazione Nazionale Finanzierid’Italia), nonché di Vicepresidente per l’Europa di PIUE
(L’associazione Pubblicisti Italiani Uniti per l’Europa),d’intesa con gli amici Carlo Felice Corsetti (Presidente di PIUE, e già Consigliere Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti) e di Gino Falleri (Vicepresidente ell’Ordine dei Giornalisti del Lazio, e Presidente del GUS – Giornalisti Ufficio Stampa), abbiamo avuto l’idea di organizzare a Bruxelles un corso (che speriamo sia solo il primo di una serie), dedicato ai giornalisti italiani partendo da alcuni aspetti non sempre ben conosciuti del funzionamento del bilancio dell’Unione Europea.

Alessandro Buttice’ e Carlo felice Corsetti

A tale proposito, voglio ringraziare l’amico Carlo Felice, che è un Generale dei Carabinieri, cui mi lega un’amicizia ultra trentennale, e che ho conosciuto quando lui era all’Ufficio Stampa del Comando Generale dei Carabinieri ed io a quello della Guardia di Finanza. E che ho poi accolto nella rete dei Comunicatori Antifrode dell’OLAF, da me creata nel 2000, poco dopo la creazione dell’OLAF, e presieduta sino al 2009.

Prima di fondare poi assieme PIUE ed il quindicinale Più Europei, dei quali molti di voi sono lettori. Lo ringrazio per essere oggi qui con noi ma anche per avere promosso e permesso l’ottenimento,grazie al povero Gino, dei crediti formativi rilasciati dall’Ordine.

In coerenza con quel desiderio di “fare sistema”, che il Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, ha spesso riconosciuto essere una rara caratteristica tra italiani, indicando anche pubblicamente come una delle
eccezioni proprio la nostra Sezione ANFI – di cui lui stesso è socio benemerito – ma anche con la volontà di
unire gli sforzi e massimizzare i risultati e le azioni di informazioni, ci siamo quindi uniti al progetto degli amici Michela Velardo e Valerio Valla. Quello di organizzare analoghe azioni formative, che inizialmente, nelle loro intenzioni, erano destinate ad un pubblico diverso dai giornalisti italiani o dai membri delle nostre associazioni di finanzieri e comunicatori.

Please follow and like us: