Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Se vivi sulla norma della natura, non sarai mai povero; su quella delle opinioni, non sarai mai riccoEpicuro

Effetto rovesciata: la biancheria intima firmata da Ronaldo va a ruba

di Giulio Verde
Subito dopo la prodezza di Champions contro la Juve, la linea Cr7 Underwear ha fatto registrare una netta impennata delle vendite. "Sono praticamente raddoppiate" afferma il responsabile della distribuzione per l'Italia
Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo indossa un capo della sua linea CR7 Underwear

L'effetto rovesciata si vede anche sul mercato. In questo caso, quello della biancheria intima maschile.

Parliamo della rovesciata fenomenale eseguita da Cristiano Ronaldo contro la Juve: il gol del 2-0 nella roboante vittoria del Real Madrid all'Allianz Stadium, gara di andata dei quarti di Champions. Un gesto bellissimo, apprezzato in mondovisione (un po' meno dai tifosi bianconeri) e che ha sicuramente consolidato il mito del campione portoghese in continua competizione con l'altro asso Leo Messi del Barcellona.

I numeri di Ronaldo sono impressionanti: 33 anni, 5 palloni d’oro, 123 milioni di follower su Facebook e Instagram, 72 milioni su Twitter, uno stipendio di 93 milioni di dollari e un patrimonio netto stimato attorno ai 300 milioni di euro. 

Numeri a metà tra sport e mercato. Tanto che CR7 è un brand di valore assoluto. E ogni prodezza dell'attaccante va ormai di pari passo con i risultati delle vendite dei prodotti a lui abbinati. Prendiamo ad esempio la collezione CR7 Underwear, coloratissima linea di biancheria intima di cui Ronaldo stesso si occupa scegliendo tonalità e materiali. “Le vendite di CR7 Underwear sono letteralmente raddoppiate nelle ore successive all’incredibile rovesciata contro la Juventus - ci informa Carlo Tafuri di Brandsdistribution.com, distributore esclusivo della collezione in Italia – numeri incredibili che vediamo solo con la linea di Cristiano”.

Ronaldo come Re Mida: trasforma tutto in oro. Non solo la scarpa d'oro che si assegna al miglior bomber europeo... ma anche le mutande.