Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La vita è come un’eco: se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare il messaggio che inviiJames Joyce

Karl Lagerfield, un transatlantico al Gran Palais per "Resort"

di Stefania Fiorucci
Lo stilista ha voluto assolutamente che questa collezione Cruise 2019 chiamata Resort sfilasse vicino a una nave da crociera. Al Gran Palais è andata in scena una sfilata-spettacolo che ha lasciato gli ospiti a bocca aperta
Chanel, una crociera di lusso al Gran Palais per Resort

Quando Karl Lagerfald ordina, il suo staff esegue. Per la collezione “Resort” della linea Cruise 2019 voleva una nave da crociera, dove invitare tutti i suoi ospiti e far sfilare i suoi modelli. Purtroppo non ce n’erano disponibili per la data da lui richiesta.

Ma se Maometto non va alla montagna, la montagna va a Maometto: la maison Chanel ha ricreato così una nave da crociera lunga 100 metri all’interno di una delle location preferite dal designer tedesco, il Gran Palais di Parigi, senza battere ciglio per gli elevati costi. Il transatlantico è stato ribattezzato “La Pausa” in onore di una delle ville preferite della stilista Coco Chanel nel sud della Francia, dove ha soggiornato a lungo negli anni trenta.

Sfilata Chanel

Le modelle hanno sfilato avvolte dalla tipica nebbiolina dei porti di mare con in sottofondo le grida dei gabbiani. Estasiata la platea, composta da vip del calibro di Lily Rose Deep, Kristen Stewart, la temuta giornalista dell’Herald Tribune Suzy Menkes, la stylist delle dive Rachel Zoe. In passerella invece solo supertop: tra le tante Bella e Gigi Hadid, Stella Maxwell, Barbara Palvin.

Creazioni Chanel

Applausi a scena aperta per i talleur pantaloni con giacca lunga o corta che lascia scoperta una piccola porzione di pancino, nel classico tessuto Chanel, lussuoso e luminoso. Poi per le gonne a corolla con preziosa arricciatura in vita, per i capi optical e quelli con il medaglione in bianco e nero con il logo della doppia C con stilizzata l’immagine di un transatlantico. Infine per i pantaloni a righe bianche e nere e per le giacche-camicia sempre a righine ma con fiocchi sui polsini. Per disegnare questa specifica collezione Lagergeld si è ispirato al “vorticismo”, un movimento artistico inglese ancora poco conosciuto all’inizio del secolo scorso.

creazioni chanel

Tra i must della prossima stagione, copiatissimi dalle fashion victims di tutto il mondo, ci saranno le calze bianche indossate con le Mary Janes sempre bianche oppure argento dalla suola in gomma, i baschi in varie tonalità e gli spolverini lunghi in tonalità blu navy e bluette indossati sui pantaloni larghi bianchi d’ordinanza.

Ancora una volta Karl Lagerfeld ha fatto centro, trasformando ogni capo presentato al Gran Palais in oggetto del desiderio. Sono anni che il designer, fotografo e regista tiene alto il nome della Maison Chanel nel mondo, trasformando in oro tutto quello su cui mette le mani. Ci sarà un perché se è soprannominato il “Re Mida” della moda.