Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Lo sciocco dice, “Questi sono i miei figli, questa è la mia terra, questo è il mio denaro”. In realtà, lo sciocco non possiede se stesso, tanto meno i figli, la terra o il denaroGautama Buddha

Arrivano le mutande che non si lavano: solo moda (di chi non si lava) o vera ecologia?

di Stefania Fiorucci
Sono state realizzate in un tessuto con sali d'argento usato dagli astronauti nelle stazioni spaziali perchè lassù, tra le stelle, è difficile purificare l'acqua. Ma perchè qualcuno le ha proposte quaggiù, dove esistono acqua e sapone?
Le mutande "ecologiche" che non si lavano quasi mai

Se usate la scusa del risparmio idrico e della carenza d'acqua mondiale, sappiate che non vale. L'azienda danese Organic Basics, che ha intenzione di lanciare sul mercato una linea di intimo da uomo con mutande e boxer che possono essere indossate per giorni e giorni senza doverle sbattere in lavatrice, perchè non si è fatta gli affari suoi?

E' vero che il tessuto adoperato è un miracolo della tecnologia: grazie a uno speciale sale d'argento, i batteri non profilifano e si scongiurano infezioni e cattivi odori. Viene usato dagli astronauti per purificare l'acqua che bevono in orbita: grazie infatti al trattamento denominato Polygene, basato sull'azione antibatterica del cloruro d'argento, che uccide il 99,9% dei batteri, viene garantita la purezza dell'acqua sulla Stazione Spaziale Orbitante.

Mutande che non si lavano

Ma qui siamo sul pianeta terra dove la lavatrice, se si paga la bolletta elettrica e si usa il sapone, lava benissimo. E' vero che per ora è stata solo lanciata la campagna di crowfunding su kickstarter per realizzare il progetto denominato "Silvertech 2.0" che prevede non solo mutande ma anche magliette e calzini, ma presto diventerà realtà e darà agli uomini, notoriamente più allergici all'acqua delle donne, una ulteriore scusa per non lavarsi.

Su internet si legge che questa linea di intimo ai sali d'argento è nata dalla consapevolezza dell'impatto della moda sull'ambiente. Bugie. E' nata dalla naturale propensione di alcuni scienziati uomini a farsi crescere i broccoli nelle orecchie pur di non entrare in una vasca da bagno.

Mutande che non si lavano

Ha detto il co-fondatore del brand Organic Basic Alexander Christiansen, a cui sconsiglierei di stare troppo vicino, perchè magari il sale d'argento contenuto nel tessuto della sua canottiera non è abbastanza per combattere tutti i suoi odori: “Gli standard bassissimi dell’industria rendono quello della moda il secondo settore più inquinante al mondo. Ma il fatto è che i due terzi dell’impatto ambientale dei vestiti sono generati dal consumatore”.

Parole sante: ma a te, presumibile "zozzone", la mamma non ha insegnato a risparmiare l'acqua in altro modo? A fare, per esempio, il bucato con l'acqua piovana? Certo, strofinare i panni costa fatica. E poi: siamo sicuri che il tessuto utilizzato, quello che contiene il sale d'argento, che è interamente in nylon prodotto in Italia da materie prime riciclate, sia l'ideale a contatto con le parti molto intime?

Perchè è bello e pregevole ridurre del 90% le emissioni di CO2 e lo spreco dell'acqua, è splendido che le mutande in questione siano prive di cuciture, traspiranti e non debbano nemmeno essere stirate, ma su cerce "zone" del corpo forse sarebbe preferibile il contatto con fibre naturali come il cotone.

Mutande che non si lavano

E' anche encomiabile che tutti i capi siano prodotti da fabbriche rigorosamente certificate in Europa, che sul sito del brand ci sia l'intero elenco per chiunque lo voglia consultare, che la loro sia una politica trasparente e, in effetti molto lodevole.

Ma una domanda sorge spontanea: queste mutande non si lavano, non si stirano. Sono capi di biancheria per ecologisti o per pigri? Comunque,, qualsiasi sia l'idea di ciascuno, il progetto diventerà presto realtà perchè è già stato superato il traguardo dei 25.000 euro necessario per avviare la produzione. Anzi, per il momento ne sono stati raccolti 40.000.

Mutande che non si lavano

Prepariamoci a vedere uomini che passeranno minimo una settimana con la stessa maglietta addosso o, peggio, con le stesse mutande, sperando che i sali d'argento combattano tutti, ma proprio tutti, gli odori. L'azienda poi ha garantito che le loro mutande arriveranno a uccidere il 99,9% dei batteri. E che ne facciamo delloo 0,1 che rimane vivo? Lo vogliamo tenere proprio lì per tutta la settimana?