Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! La vita è come un’eco: se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare il messaggio che inviiJames Joyce

“O bag soft”, la nuova nata di casa O bag

di Stefania Fiorucci
E’ stato uno degli eventi più gettonati di Fuorisalone: la presentazione della nuova collezione O bag soft al Roof-deck dell’Hotel Magna Pars Suites
La golosa morbidezza della O bag soft

Ormai il marchio O bag è sinonimo di praticità, innovazione, glamour e rispetto per l’ambiente. Difficile scovare una fashion victims che, almeno una volta, non si sia lasciata stregare dal frizzante carisma di una borsa O bag, colorata e divertente. Ora la scelta si è ulteriormente ampliata grazie alla “O bag soft”, l’ultima variante dell’iconico accessorio realizzato in tessuto gommato morbido dall’effetto “soft touch”.

Federica Fontana con la O bag soft

Presentata in anteprima a Milano durante il Fuorisalone, nella terrazza panoramica del Magna Pars Suites Hotel, la O bag soft ha fatto bella mostra di sé in cinque nuove tonalità estive e coloratissime e “ultravitaminiche,

O bag soft è stata ideata per le donne che amano le linee pulite e minimal, il design iconico ma materiali più morbidi e confortevoli: per questo la griffe sempre in bilico tra moda e design ha, solo per un attimo, messo da parte il classico materiale XL Extralight che ha fatto la fortuna delle O bag classiche per sperimentarne un tessuto gommato leggero e colorato, plasmabile in accessori destrutturati.

Immagine rimossa.

Le linee sono sempre quelle vincenti della maison, è solo il “carattere” delle borse che è più “soft”. Per le più “golose” questa borsa avrà sicuramente la consistenza di un marshmallows: e anche i colori, visto che tra le proposte per la stagione calda c’è il giallo ocra, il corallo, il verde smeraldo, il rosa. Naturalmente non mancano anche le tinte più classiche come il grigio chiaro, il blu navy, il nero.

Immagine rimossa.

Anche il key point di questa capsule collection estiva è lo stesso di sempre: la componibilità di tutti i pezzi delle borse che possono essere personalizzate a proprio piacimento e “modificate”, perché no, anche a seconda dell’umore o dell’outfit indossato visto che ogni “pezzo” è facilissimo da sostituire. Il merito è tutto dei pratici bottoni a vite che in qualche minuto permettono di abbinare alle scocche ora i manici lunghi a spalla, le tracolle di diversi colori e materiali, i manici corti da portare a mano.

Alla serata milanese hanno presenziato celebrità, influencer e vip che si sono divertiti a personalizzare la propria borsa segliendo tra la O bag e la tracollina O pocket. Tra le tante Federica Fontana, Ana Laura Ribas, Francesca Rocco, Barbara Snellenburg. Soddisfatto il fondatore e Ad di O bag Michele Zanella, che in pochi anni è riuscito a imporre il suo marchio sul mercato grazie a un prodotto fruibile, per tutte le tasche, moderno, ecologico, fashion e di tendenza. Tutte qualità, quelle do O bag, difficile da infondere in un solo prodotto. Non è stato un risultato facile da ottenere, ma oggi funziona, eccome.

Immagine rimossa.