Prima Pagina>Meteo>CALDO ESTREMO, rischio INFERNO nella settimana dopo Ferragosto. I dettagli
Meteo

CALDO ESTREMO, rischio INFERNO nella settimana dopo Ferragosto. I dettagli

Agosto rischia di assumere connotati sempre più estremi. L’attuale ondata di caldo, che si avvia a colpire con maggiore impeto il Centro-Sud, sembra destinata a durare a lungo e verrà ulteriormente rinvigorita, durante la prossima settimana, da masse d’aria ancora più roventi in risalita dal cuore del Sahara.

Se fossero confermate queste proiezioni, le temperature potrebbero raggiungere valori da capogiro con picchi oltre i 40 gradi, soprattutto tra estremo Sud ed Isole Maggiori. La spinta del caldo subtropicale, in questa fase, è agevolata dalla risalita anomalia di latitudine della fascia ITCZ sul Continente Africano.

Advertisements

L’estate ha quindi mutato drasticamente volto. Ricordiamo che

Advertisements
sino al 20 luglio eravamo di fronte ad una stagione estiva a lunghi tratti sottotono, con fasi di caldo senza eccessi alternate a frequenti ondate di fresco e temporali. Le temperature erano più basse del normale su gran parte d’Europa.

 

Il caldo è poi esploso a fine luglio e in questa prima parte d’agosto prima sull’Ovest Europa ed ora anche sul Mediterraneo, sebbene ci sia stato un break a inizio agosto. Sembra quasi come se l’estate stia facendo pagare pesantemente il conto della prima parte di stagione relativamente fresca, o comunque normale.

Il peggio del caldo potrebbe però dover ancora arrivare! Nella prossima settimana avremo una lingua d’aria rovente che abbraccerà il Centro-Sud e le Isole Maggiori. Il Nord Italia continuerà a risentire di infiltrazioni d’aria più fresca ed instabile, con fenomeni temporaleschi talora di forte intensità.

Dunque c’è da attendersi un prosieguo estivo senza particolari scossoni in questa fase, con il caldo più intenso della stagione sempre più probabile. Quest’evoluzione si realizzerà attorno al 20 agosto, ma anche successivamente l’estate si manterrà in forma.

Non sembrano esservi segnali di declino stagionale. La famosa rottura dell’estate, che un tempo era solita intervenire poco dopo Ferragosto, si potrebbe far desiderare parecchio, tanto da dover attendere persino il mese di settembre.

BOLLETTINI METEO e METEO CITTA’
Previsioni meteo ITALIA ed tutto il Mondo

 

 

 

 

Fonte meteogiornale.it

Rispondi