Prima Pagina>Meteo>E’ un settembre dal meteo d’altri tempi. Ecco perché
Meteo

E’ un settembre dal meteo d’altri tempi. Ecco perché

immagine 1 articolo settembre dal meteo di altri tempi ecco perche

Vi siete chiesti che settembre stiamo vivendo? Ovviamente dal punto di vista delle condizioni meteo climatiche. Noi sì, perché giunti a metà mese possiamo trarre un primo bilancio.

Fino ad ora possiamo tranquillamente affermare che è stato un settembre fresco, dinamico, a tratti piovoso. I dati sono lì, a testimoniarlo. Sul fronte temperature ve ne sarete accorti voi stessi. L’Estate, fin dai primi giorni del mese, lasciava spazio all’Autunno. Temperature calavano sensibilmente e che a cavallo tra la fine della scorsa e l’inizio di questa settimana ci costringevano a utilizzare un vestiario più pesante. Via le maniche corte, salvo eccezioni, spazio alle maniche lunghe o comunque a giubboni o maglioncini che ci riparassero dal freddo.

Le speranze riposte nel meteo d’Autunno

Ci sono state le piogge, localmente abbondanti. E’ caduta persino la neve. Neve che ha imbiancato le Alpi, ovvio, ma che si è abbattuata sui monti del Nord con vere e proprie bufere. E non a quote eccessivamente alte, tutt’altro.

Ed ora? Ora la musica è cambiata. In men che non si dica ci ritroviamo da un Autunno incipiente al colpo di coda dell’Estate. Lo sapevamo, sapevamo che l’Alta Pressione avrebbe potuto prendere il sopravvento. Ma in pochi immaginavano una rivincita così immediata. Le temperature stanno salendo e si tornerà a parlare di anomalie termiche positive. Già, ancora una volta avremo temperature superiori alle medie stagionali e saranno anomalie di una certa consistenza. Si parlerà – anzi lo si sta già facendo – di caldo.

Meteo estremo: i Tropical Like Cyclon e gli effetti sull’Italia

Ora veniamo al dunque. Considerando quanto scritto sinora non si può non affermare che stiamo vivendo un settembre d’altri tempi. Decenni or sono i mesi di settembre assumevano connotati estivi e autunnali. Era uno dei mesi più dinamici dell’anno, un po’ come marzo. Da un lato avevamo le prime perturbazioni atlantiche, dall’altro lato le ultime rimonte anticicloniche estive.

Badate bene, se sino all’altro ieri sembrava che l’Alta Pressione potesse prendere il sopravvento da qui a fine mese le ultimissime proiezioni modellistiche ci dicono che potrebbero verificarsi distrubi di varia natura. Disturbi autunnali, perché prima potrebbero arrivare correnti più fredde orientali dopodiché potrebbero affacciarsi le correnti atlantiche.

Ed è proprio alle correnti atlantiche che dovremo guardare in quanto le perturbazioni potrebbe gradualmente demolire la struttura anticiclonica portandoci dentro il vero autunno. Allora sì che diventerebbe ancor di più un settembre di altri tempi.

Pubblicato da Alessandro Arena

Inizio Pagina