immagine 1 articolo ecco perche non fa freddo

Quante volte abbiamo parlato di teleconnessioni? Quante volte abbiamo nominato indici descrittivi dello stato di salute del Vortice Polare? Tante, forse troppe.

Probabilmente vi sarete stancati di sentir nominare certi parametri. Ma perdonateci se torniamo sull’argomento, scusateci se rischiamo la ridondanza. Non possiamo farne a meno e non possiamo farne a meno per un semplice motivo: l’Inverno. Se l’Inverno è mancato c’è un motivo, se l’Inverno continuerà a mancare ci sarà un motivo. Il motivo è sempre quello, il Vortice Polare.

L’indice AO potrebbe aggiornare il RECORD assoluto! Effetti meteo

Abbiamo letto alcuni approfondimenti dei colleghi, puntualissimi, sul record dell’indice AO. E’ stato battuto il precedente, letteralmente demolito, ma ciò che più ci spaventa – onestamente – è la proiezione futura: nei prossimi giorni potrebbe nuovamente aggiornare i massimi assoluti! Impressionante, anzi incredibile.

Significa molto semplicemente che un Vortice Polare così forte non s’era mai visto. Significa che con un Vortice Polare in tale stato di grazia è inutile sperare in qualcosa di buono. Quasi sicuramente ci saranno altri cicloni nord atlantici e quasi sicuramente dovremo accontentarci di altri assaggi di primavera.

Meteo fine mese, INVERNO ultima chance, aria FREDDA schiacciata dagli anticicloni

In altre annate i primi tepori primaverili avrebbero anche fatto piacere, ma non quest’anno. O meglio, non che il tepore sia sgradevole, ma qui si sta parlando di cambiamenti climatici che devono preoccuparci. Un non Inverno è peggio di qualsiasi altra cosa, perché si rischia di dover raccogliere i cocci in primavera.

Dobbiamo sperare che il Vortice Polare cessi d’esistere quanto prima. Potrebbe andare incontro al naturale processo di decadimento e a quel punto potrebbe continuare a influenzare le condizioni meteo sino a data da destinarsi. Influenzarle negativamente, sia chiaro, nel senso che l’Anticiclone potrebbe allontanare le perturbazioni e potrebbe continuare a causare caldo anomalo.

L’INVERNO ormai si è rotto, Primavera a rischio FREDDO tardivo

Allora che fare? Niente, possiamo soltanto sperare che avvenga qualcosa d’improvviso, che la stratosfera si riscaldi così tanto da accelerare il processo di smantellamento del Vortice. A quel punto si andrebbe incontro a un marzo freddo e probabilmente nevoso, così come potrebbe far freddo ad aprile. Altrimenti ecco che anche la Primavera potrebbe catapultarci nell’incubo siccità e alte temperature. Cosa che nessuno dovrebbe augurarsi!

Pubblicato da Alessandro Arena – Chi Siamo

Inizio Pagina