Massi sono precipitati giovedì 30 luglio lungo la parete sud del Cervino. Una nuvola di polvere si è alzata nel momento della frana, attirando l’attenzione dei turisti che si trovano a Cervinia. Tanti hanno immortalato quanto accaduto con video e foto.

Un altro video della frana di oggi sul Cervino! 😱Le guide assicurano che non è stata intaccata la cresta del Leone, la classica via di ascesa italiana da Cervinia e che l’itinerario rimane tuttora agibile.

Pubblicato da Meteo Valle d’Aosta su Giovedì 30 luglio 2020

Le guide del Cervino hanno specificato che, nonostante l’interessamento del versante italiano della “Gran Becca”, la frana non ha riguardato la via normale italiana di salita alla vetta, tanto che dalla Capanna Carrel, posta lungo l’itinerario non sarebbe stato avvertito alcun crollo.

Il tracciato italiano di ascesa italiana da Cervinia resta quindi aperto. Il distacco improvviso di massi potrebbe essere legato alle altissime temperature registrate negli ultimi giorni anche in quota. Il cedimento non ha peraltro riguardato alcune zone abitate e nemmeno altre vie di arrampicata.