Prima Pagina>Meteo>L’Inverno che inizia ad Ottobre. Meteo d’Autunno che stravolge l’Inverno
Meteo

L’Inverno che inizia ad Ottobre. Meteo d’Autunno che stravolge l’Inverno

Inverno precoce su italia terra di mezzo tra diversissime masse d'aria.
Inverno precoce su italia terra di mezzo tra diversissime masse d’aria.

Le proiezioni di Centri Meteo che distribuiscono previsioni sino a due settimane, prospettano che in seno a correnti provenienti dalla Groenlandia, trasporteranno numerosi impulsi d’aria fredda direttamente verso l’Italia. Si annuncia quindi un periodo con temperature che tenderanno essere sotto la media. Perciò per un periodo ancora da definire si potrebbero avere temperature che sono più tipiche della prima decade di novembre.

Ma non tutto il Paese sarà interessato

Advertisements
dal freddo precoce. Potrebbero essere interessate direttamente le regioni settentrionali, parte di quelli tirreniche e la Sardegna.

Advertisements

Il Sud Italia e la Sicilia potrebbero essere investiti a più riprese da massicce incursioni di aria calda proveniente dal Nordafrica, richiamate dalle basse pressioni che si formeranno sul bacino centrale del mar Mediterraneo.

Si prospetta una serie di forti sbalzi di temperatura, con condizioni meteo frequentemente avverse, intervallate da brevi periodi soleggiati.

Cadrebbe tanta neve sulle Alpi, e forse anche nell’Appennino, quale preludio d’inverno precoce, anche perché a tratti potrebbe nevicare anche sino a 1500 metri di quota, come è avvenuto questi giorni e localmente anche a quote inferiori.

Vari bollettini a lungo termine confermano questa linea di tendenza. Abbiamo consultato anche meteo 30 giorni dell’Aeronautica Militare Italiana, e indica una spiccata variabilità con le prime due settimane che potrebbero essere caratterizzate da temperature complessivamente sotto la media.

Comunque, il titolo “l’inverno che inizia ad ottobre” intende essere una provocazione, perché già la meteorologia di questo mese è piuttosto complessa, ma in questa circostanza, sarebbe eccessivamente estreme.

Ottobre nel nostro Paese vede un rapido raffreddamento, specie nel Nord Italia.

Nella storia della meteo degli ultimi cinquant’anni abbiamo visto nevicate che hanno raggiunto la Valle Padana alla fine del mese. Perciò, questa non è fanta-meteorologia.

Stiamo esclusivamente analizzando un evento atmosferico anomalo. Anche perché in Europa non verrebbe l’inverno precoce ovunque. In Russia, ad esempio, si avrebbero temperature mediamente sopra la media, in quanto le pressioni dell’Oceano Atlantico favorirebbero la risalita di aria calda da sud. Ma da loro il freddo arriverà comunque.

Inoltre, le forti avvezioni d’aria calda che si dirigeranno verso le regioni ioniche e la Grecia, che a tratti investiranno gran parte d’Italia, porteranno la temperatura anche ben oltre i 30° centigradi al Sud e la Sicilia, valori lungi da essere invernali. Però dall’altra parte si sentirà in una fetta d’Europa e d’Italia, di frequente investite da una situazione meteo piuttosto rigida.

La compensazione. C’è una teoria non confermata da fondamenti scientifici dice che quando l’inverno giunge precoce, quindi in autunno, la stagione e mite invernale vera, sarà mite.

Si potrebbe scrivere parecchio su questo tema, tuttavia in parte ci può essere qualcosa di vero, in quanto le anomalie di freddo vengono seguite da altre verso il caldo, specialmente negli ultimi due decenni che vedono un’accentuazione dei cambiamenti climatici. E se il riscaldamento anomalo avviene in una parte dell’inverno, ne determina una stagione più mite rispetto alla media.

Ma come detto, sono solo teorie non dimostrare come cosa certa.

Le previsioni a lungo termine, e soprattutto quelle lunghissimo termine sono soggette a rapidi cambiamenti. Tuttavia, non raramente seguono una linea generale che poi tende a ripetersi, che in qualche maniera ci sostiene nell’interpretazione delle fondamenta della stagione.

Fondamenta della stagione che possono essere su vastissima scala, però, e non per fare previsioni per la singola località, neppure regione e l’Italia, e a volte neppure per l’Europa, ma solo per il nostro Emisfero.

Questo inizio d’autunno si annuncia piuttosto perturbato e piovoso per l’Italia e l’Europa occidentale, la Penisola Iberica. Ciò appare un fattore consolidato. Piogge eccessive in tempi brevi, questa è una caratteristica che ormai stiamo riscontrando frequentemente, che quindi appare altamente probabile che si ripeta, in quanto si sta consolidando da alcuni anni.

Un altro elemento che appare ripetibile è l’introdursi sempre più accentuato di condizioni meteo di stagioni contigue tra loro. Per intenderci in autunno meteo estivo e invernale. Questo può quindi avvalorare la tesi del periodo freddo che si potrebbe avere in ottobre, per altro poi spezzato da caldo anomalo.

L’Italia sovente si trova coinvolta a metà dalle masse d’aria che vi irrompono. E stavolta succederà di nuovo, perciò l’inverno precoce sembrerà giungere per il Nord Italia, parte delle regioni centrali tirreniche e della Sardegna.

L’introduzione di aria fredda da nord-ovest sul mare che ancora è caldo, che si miscelerà con quella che verrà dal Nordafrica, manterrà il rischio di fenomeni meteo intensi.

Ottobre si candida ad avere condizioni meteo abbastanza estreme.

Il Centro Meteo americano, con le previsioni che si spingono fino a 45 giorni, indicano che avremo invece temperature sotto media su parti d’Italia. Una tendenza che viene prospettata ripetutamente. Ciò fondamentalmente non ha una maggiore affidabilità.

Per concludere: le anomalie climatiche potrebbero prevalere per una buona parte di ottobre, questo è ciò che appare ad oggi possibile. Or ora potrebbe prevalere la fase più fredda. Ma non scordiamoci che si potrebbero avere correnti Nordafrica che d’improvviso porterebbero la temperatura su valori molto alti, soprattutto nelle aree esposte e quindi quelle del Centro-Sud.

Insomma, è un bel caos trovarsi in una Terra di mezzo, di contrasto tra masse d’aria. Questo lo stiamo già sperimentando con eventi meteo estremi quali grandinate assurde, venti violentissimi, trombe d’aria, nubifragi. Nevicate.

Vabbè, potremmo anche dire che se sino a qualche giorno fa in varie località si utilizzava il climatizzatore, or ora farebbe piacere accendere i termosifoni.

Rammentiamo che le previsioni meteo con validità sino a 5 giorni hanno una maggiore affidabilità, mentre questa decresce man mano che ci allontaniamo nel tempo.

METEO CITTÀ
– ANCONA
– AOSTA
– BARI
– BOLOGNA
– CAGLIARI
– CAMPOBASSO
– CATANZARO
– FIRENZE
– GENOVA
– L’AQUILA
– MILANO
– NAPOLI
– PALERMO
– PERUGIA
– POTENZA
– ROMA
– TORINO
– TRENTO
– TRIESTE
– VENEZIA

TUTTE LE ALTRE LOCALITÀ ED I BOLLETTINI METEO
Previsioni meteo ITALIA ed tutto il Mondo

Rispondi