immagine 1 articolo meteo 7 giorni avvio settimana invernale poi anticiclone schiacciasassi

METEO SINO AL 26 GENNAIO 2020, ANALISI E PREVISIONE

L’Italia è contesa tra le correnti fredde e un vortice mediterraneo che si è andato ad approfondire tra Spagna e Marocco. Gli effetti della ciclogenesi mediterranea si fanno sentire, in termini di maltempo invernale, soprattutto sull’est della Spagna con ingenti piogge e nevicate. In Italia, ad essere coinvolta più direttamente dal maltempo, è la Sardegna, per la maggiore vicinanza al vortice.

Meteo Italia sino al 1 Febbraio, rischio super ANTICICLONE e Inverno tardivo

Nel frattempo un robusto campo di alta pressione di matrice azzorriana continua a guadagnare terreno dalle Isole britanniche verso la Mitteleuropa. E’ un anticiclone quasi da record, se si considera che si raggiungono valori di pressione addirittura attorno ai 1045-1050 hPa. La pressione nel frattempo sta vertiginosamente aumentando anche sull’Italia.

La residua instabilità presente sul nostro Paese si ridimensionerà del tutto, eccezion fatta per la Sardegna e alcune aree dell’estremo Sud. Il freddo subirà una netta imminente attenuazione, perché si interromperà il corridoio delle correnti di provenienza balcanica, a causa dell’anticiclone, mentre la depressione afromediterranea richiamerà correnti più miti sciroccali.

Proiezioni Febbraio, clamorosa SVOLTA METEO o no? Le news

ANTICICLONE SU OLTRE MEZZA EUROPA, ANCORA INVERNO PARALIZZATO

Europa alle prese con un’ANTICICLONE mostruoso, eccezionale

Entro metà settimana l’anticiclone si affermerà con forza anche sull’Italia, oltre che buona parte del Centro-Sud Europa, mentre le correnti miti perturbate atlantiche continueranno a transitare a latitudini settentrionali. La depressione iberica non riuscirà ad avanzare verso est, ma anzi perderà ulteriormente importanza per le vicende meteo dell’Italia, con miglioramento anche in Sardegna.

Si ripristineranno condizioni di stasi anticiclonica, che sarà però sinonimo anche del ritorno della nebbia e dell’inquinamento sulle pianure del Nord. Avremo una nuova fase duratura di meteo stabile e più mite, in quanto l’anticiclone già prima di metà settimana sposterà i propri massimi verso le Alpi e le regioni europee balcanico-danubiane.

METEO Europa: quanti FENOMENI ESTREMI, replay …

Solo negli ultimi giorni della prossima settimana è possibile un parziale cedimento dell’anticiclone, in quanto il vortice iberico verrà riagganciato dal flusso atlantico principale e avremo così crescenti infiltrazioni d’aria umida verso l’Italia, ancora in un contesto non invernale e con temperature quindi superiori alla norma. L’inverno continuerà ad essere il grande assente per fine gennaio.

METEO MARTEDI’ 21 CON PIOGGE IN SARDEGNA E MIGLIORA ALTROVE

La novità saliente sarà legata al fatto che l’anticiclone europeo si allungherà verso la Penisola, determinando un generale miglioramento con tempo stabile specie al Centro-Nord. Non mancheranno nebbie lungo le pianure del Nord nelle ore più fredde, localmente anche sui litorali dell’Adriatico.

Il maltempo allenterà parzialmente la morsa in Sardegna, con piogge meno organizzate che colpiranno ancora in primis i settori orientali. Qualche rovescio è atteso anche tra est Sicilia e Bassa Calabria, mentre sul resto d’Italia ci sarà più sole. I venti soffieranno ancora tesi orientali sui bacini di ponente e con intensità anche burrascosa tra Sardegna e Canali.

MAGGIORE STABILITA’ ANTICICLONICA NEL METEO DI META’ SETTIMANA

Condizioni meteo caratterizzate quasi ovunque dal sole sia mercoledì che giovedì, a parte residui disturbi sulle Isole con occasionali ulteriori piovaschi in Sardegna, sul settore tirrenico a ridosso dei rilievi. Da segnalare l’ulteriore intensificazione delle nebbie in Val Padana, con conseguente incremento anche del tasso d’inquinamento.

SI ATTENUA IL FREDDO, NUOVA DASE MITE

Correnti più miti sciroccali affluiranno sulle Isole Maggiori, apportando un rialzo termico in rapida propagazione al resto d’Italia, complice il forte anticiclone. Tornerà il caldo anomalo in particolare in montagna. Solo sulle aree padane il freddo persisterà nei bassi strati, complici le nebbie e la forte inversione termica.

ULTERIORI TENDENZE METEO

Come accennato, bisognerà attendere gli ultimi giorni della settimana per un probabile indebolimento dell’anticiclone a causa dell’approssimarsi di correnti atlantiche, ancora in un contesto non invernale. Non sono attese vere e proprie perturbazioni, ma soprattutto continueranno a mancare neve e freddo.

Aggiornamenti e monitoraggio evoluzione meteo, 24/24 ore a cura dello Staff

LINK rapido alle PREVISIONI METEO dei capoluoghi di regione d’Italia, oppure vai su CERCA la tua localita’ nel campo form in alto alla pagina:

– ANCONA

– AOSTA

– BARI

– BOLOGNA

– CAGLIARI

– CAMPOBASSO

– CATANZARO

– FIRENZE

– GENOVA

– L’AQUILA

– MILANO

– NAPOLI

– PALERMO

– PERUGIA

– POTENZA

– ROMA

– TORINO

– TRENTO

– TRIESTE

– VENEZIA

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina