immagine 1 articolo meteo 7 giorni italia tra ciclone mediterraneo e freddo

METEO SINO AL 24 GENNAIO 2020, ANALISI E PREVISIONE

Si ritira di colpo l’anticiclone, con il primo peggioramento del nuovo anno che ha fatto il suo ingresso sull’Italia, riportando pioggia ma anche le prime nevicate sui rilievi. Si tratta di un fronte dall’evoluzione piuttosto rapida, ma l’attenzione si focalizza sull’imminente ingresso dell’aria fredda al seguito della perturbazione.

Meteo Italia sino al 30 Gennaio, possibile ondata di FREDDO dall’Artico

Dopo aver invaso le medie latitudini europee, il flusso polare in sfondamento sul Mediterraneo sta scavando un’area di bassa pressione tra le Baleari e la Spagna. L’afflusso freddo, che investirà anche buona parte d’Italia, sarà incentivato dall’anticiclone atlantico che si estenderà verso nord, con massimi di pressione che andranno a collocarsi a ridosso della Gran Bretagna.

Gli effetti della ciclogenesi mediterranea si faranno sentire, in termini di maltempo invernale, soprattutto sul Mediterraneo Occidentale e sulla Penisola Iberica. In Italia a risentire più direttamente del maltempo sarà la Sardegna, mentre le ulteriori correnti fredde richiamate da est favoriranno instabilità sulla Penisola, in genere circoscritta ai versanti adriatici con neve in collina.

Meteo di fine INVERNO: Vortice Polare e Stratwarming: le due chiavi per il FREDDO

RITORNO DELL’ANTICICLONE E NUOVO STOP INVERNO PROSSIMA SETTIMANA

I massimi del freddo si registreranno entro lunedì, quando i venti orientali d’estrazione polare coinvolgeranno principalmente il Nord e il medio-alto versante adriatico: su quest’ultimo settore continueranno ad aversi nevicate da stau fino in collina seppure deboli. I venti freddi verranno richiamati dalla depressione afromediterranea ad ovest dell’Italia.

MOSTRUOSO ANTICICLONE in vista dopo il freddo, che INCUBO per l’INVERNO

Allo stesso tempo, questa stessa area depressionaria inizierà a far affluire aria più mite sciroccale verso il Sud e le due Isole Maggiori. Già fra martedì e mercoledì l’anticiclone avrà la meglio, coricandosi dalla Gran Bretagna verso il Centro Europa e chiudendo l’alimentazione al flusso freddo da est.

L’alta pressione si spingerà anche più a sud riconquistando l’Italia e riportando meteo stabile e più mite, costringendo così la depressione mediterranea a sprofondare verso Algeria e Marocco. Si ripristineranno condizioni di stasi anticiclonica da metà settimana in poi, con il ritorno anche della nebbia al Nord dove permarrà il freddo nei bassi strati sulle pianure.

PREVISIONI METEO domenica 19 Gennaio. Qualche NEVICATA a quote basse

METEO DOMENICA 19 GENNAIO, PEGGIORA SU PARTE DEL CENTRO-SUD

Le schiarite diverranno prevalenti su gran parte del Nord se si esclude l’Emilia Romagna ed il Basso Piemonte dove insisterà nuvolosità anche compatta con qualche sporadico fenomeno in Romagna a carattere nevoso sull’entroterra a partire dai 500 metri, localmente anche a quote più basse verso le ore serali.

Meteo PERTURBATO: ecco i suoi lati positivi

Le precipitazioni, sebbene in forma intermittente, si localizzeranno soprattutto sui settori adriatici del Centro-Sud, ma anche Campania meridionale, Lucania e soprattutto la Calabria. Un peggioramento è atteso poi in Sardegna, sul lato tirrenico, con piogge in intensificazione per gli effetti connessi alla depressione in approfondimento sulle Baleari.

Nevicate sono attese lungo la dorsale adriatica dell’Appennino Umbro-Marchigiano ed Abruzzese già dai 600-800 metri, ma si tratterà di fenomeni deboli. Sul resto della Penisola prevarrà tempo asciutto, con ampie schiarite sui settori tirrenici. Le correnti si disporranno tra nord e nord/est, con tendenza a rinforzare sui bacini di ponente, in rotazione a est sul Basso Tirreno ed Isole.

METEO INIZIO SETTIMANA, MALTEMPO IN SARDEGNA

Nella giornata di lunedì l’Italia verrà interessata da ulteriori correnti fredde dai quadranti nord-orientali, con nuvolosità più attiva sui versanti adriatici dove non mancheranno ulteriori nevicate in collina sulla dorsale dell’Appennino. Qualche fiocco a bassa quota potrebbe cadere sul Basso Piemonte e sull’Appennino Emiliano-Romagnolo.

Atteso invece maltempo in Sardegna, con piogge anche abbondanti sui versanti orientali e neve sul Gennargentu dai 1400 metri. Per martedì il maltempo allenterà parzialmente la morsa in Sardegna, con piogge più deboli e intermittenti. Qualche rovescio è atteso anche tra Sicilia orientale e Bassa Calabria, mentre sul resto d’Italia ci sarà più sole ma con nubi ancora su Adriatiche e Piemonte.

PICCO DEL FREDDO LUNEDI’ 20, POI RIALZO TERMICO

Il flusso freddo raggiungerà il culmine in avvio di settimana, con la depressione che si approfondirà e sposterà tra Baleari e Marocco. Correnti più miti sciroccali affluiranno sulle Isole già da lunedì, con rialzo termico in propagazione poi anche verso il Centro-Sud. Solo sulle aree padane il freddo persisterà nei bassi strati, complici anche le nebbie che torneranno ad infittirsi da martedì.

ULTERIORI TENDENZE METEO

Verso settimana il freddo sarà del tutto spodestato dall’afflusso d’aria più mite e dal rinforzo dell’anticiclone. Il tempo quindi migliorerà e tornerà ovunque stabile, a parte residua instabilità all’estremo Sud ed Isole. Solo verso la fine della prossima settimana è possibile l’indebolimento dell’anticiclone per l’approssimarsi di correnti atlantiche, ancora in un contesto non invernale.

Aggiornamenti e monitoraggio evoluzione meteo, 24/24 ore a cura dello Staff

LINK rapido alle PREVISIONI METEO dei capoluoghi di regione d’Italia, oppure vai su CERCA la tua localita’ nel campo form in alto alla pagina:

– ANCONA

– AOSTA

– BARI

– BOLOGNA

– CAGLIARI

– CAMPOBASSO

– CATANZARO

– FIRENZE

– GENOVA

– L’AQUILA

– MILANO

– NAPOLI

– PALERMO

– PERUGIA

– POTENZA

– ROMA

– TORINO

– TRENTO

– TRIESTE

– VENEZIA

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina