Prima Pagina>Meteo>Meteo e CALDO AFRICANO: la tendenza per la seconda parte di giugno
Meteo

Meteo e CALDO AFRICANO: la tendenza per la seconda parte di giugno

immagine 1 articolo meteo caldo africano tendenza seconda parte di giugno

L’esplosione improvvisa del caldo sta caratterizzando il meteo di giugno, finora. Tutto è accaduto in modo estremamente repentino, visto che a maggio le ondate di caldo erano state del tutto assenti. Ora lo scenario si è ribaltato e le cause sono legate alla presenza straripante dell’anticiclone africano.

Ebbene, questo clima eccessivamente caldo è destinato ancora a proseguire per la restante parte di questa settimana, quando anzi vivremo probabilmente il clou di tutta questa lunga ondata di calore per un’avvezione calda che infiammerà il meteo soprattutto al Centro-Sud.

Meteo: GIUGNO con CALDO africano all’eccesso, scopriamo le cause

Il picco di questo caldo si esaurirà però abbastanza celermente, entro l’inizio di settimana, momento nel quale la colonnina di mercurio inizierà a calare lievemente anche sull’estremo Sud Italia, dopo i picchi di 40 gradi attesi nel weekend.

Osservando l’evoluzione meteo successiva, sembrano manifestarsi dei cambiamenti che potrebbero preludere ad una fase estiva più normale, senza il continuo pressing dell’anticiclone africano. La tendenza di massima, nel corso della prossima settimana, sarebbe infatti improntata verso un clima un po’ meno caldo.

Inizia l’Estate ROVENTE, anomalie meteo CALDO

L’anticiclone africano dovrebbe infatti subire una fase di relativo contenimento, per via dell’indebolimento della circolazione depressione atlantica. Oltretutto, la stessa saccatura potrebbe affondare più ad ovest, così da favorire eventuali richiami d’aria calda nord-africana più verso la Penisola Iberica.

In sostanza, dal 18/20 giugno, l’Italia non sarebbe più sotto le grinfie dirette delle masse d’aria roventi nord-africane. Si avrebbe un clima più vivibile, ma nel complesso le temperature si manterranno sopra la media del periodo, in quanto sul Mediterraneo non è attesa alcuna significativa irruzione d’aria fresca.

Eventuali infiltrazioni d’aria fresca in quota porteranno al più qualche sussulto d’instabilità, con i caratteristici temporali di calore pomeridiani. Concludendo il discorso, l’estate continuerà a mostrarsi in piena forma, ma senza più gli eccessi di caldo visti in questi ultimi giorni.

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina

Please follow and like us: