Prima Pagina>Meteo>Meteo Italia: peggiora con calo termico. Dopo metà settimana torna il caldo
Meteo

Meteo Italia: peggiora con calo termico. Dopo metà settimana torna il caldo

METEO SINO AL 19 APRILE 2020, ANALISI E PREVISIONE

Il tempo sta cambiando, con l’anticiclone messo alle corde da due distinte perturbazioni. Un primo ammasso nuvoloso, legato ad una depressione a ridosso dell’Iberia ha già raggiunto l’Italia, anche se con nuvolosità poco compatta che produrrà solo qualche debole e isolato piovasco. Il secondo impulso frontale è in discesa dal Nord Europa e tende ad addossarsi verso l’Arco Alpino.

Advertisements

Sarà proprio questa seconda perturbazione ad avere un impatto un po’ più deciso, essendo accompagnata da aria più fredda d’origine scandinava. Questo sistema frontale valicherà rapidamente le Alpi Orientali all’inizio di martedì, per poi ripresentarsi al Centro-Sud, ove avrà modo di agganciare il modesto ammasso nuvoloso già presente sull’Italia.

Verso nuova ONDATA DI CALDO sull’Italia prossima settimana, fino a 30 gradi

La perturbazione punterà in modo più diretto i Balcani dove si riaffaccerà una breve parentesi invernale, ma avrà modo di coinvolgere parzialmente soprattutto i versanti adriatici del Centro-Sud. Le temperature, al momento ancora elevate sebbene in lieve calo per la nuvolosità presente, in subiranno un calo termico piuttosto ficcante tra martedì e mercoledì.

immagine 1 articolo meteo italia peggiora calo termico dopo meta settimana caldo

Sfuriata fredda dall’Artico dopo Pasquetta, temperature in crollo brusco

IRRUZIONE FREDDA LAMPO, POI ANTICICLONE AFRICANO IN VISTA

Come accennato, ci sarà maggiore dinamismo e l’aspetto saliente del meteo immediatamente dopo Pasquetta sarà legato all’aria più fredda attesa al seguito della perturbazione diretta verso i Balcani, che porterà un generale ridimensionamento termico su gran parte d’Italia e soprattutto sui versanti adriatici e sulle aree montuose appenniniche.

Sono attese piogge e temporali, per via dei contrasti termici innescati dall’ingresso delle correnti fredde Il raffreddamento contribuirà a riportare le temperature nella media, ma sarà solo temporaneo. Fin da giovedì tornerà l’anticiclone a riconquistare il Mediterraneo Centrale, riportando così bel tempo ed un nuovo rialzo delle temperature.

Si aprirà così una nuova fase stabile sull’Italia nella seconda parte della settimana, con marcata espansione di un promontorio di matrice subtropicale incentivato dalla presenza di una lacuna depressionaria sulla Penisola Iberica. Si attende un crescente afflusso di correnti provenienti dall’entroterra nord-africano, che determineranno un’ondata di calore simil estiva.

METEO MARTEDI’ 14 APRILE, PEGGIORAMENTO AL CENTRO-SUD

Il fronte in discesa dal Nord Europa valicherà le Alpi Orientali per unirsi alla debole perturbazione nel frattempo già presente sull’Italia dal giorno precedente. Si attende così un generale peggioramento al Centro-Sud Peninsulare, con precipitazioni in genere deboli, mentre tenderà a migliorare in Sardegna.

Dal pomeriggio sono attesi fenomeno un po’ più consistenti su aree interne del medio-basso versante adriatico, dove potranno assumere carattere temporalesco. Rovesci di neve sull’Appennino Centrale potranno cadere fino attorno ai 1500 metri, per l’approssimarsi di aria più fredda. Dalla sera le precipitazioni andranno a localizzarsi tra Molise, Puglia, Campania, Lucania e alta Calabria.

METEO MIGLIORA MERCOLEDI’, POI NUOVA RIMONTA ANTICICLONICA

Mercoledì il tempo migliorerà un po’ ovunque, a parte residui annuvolamenti tra il medio-basso versante adriatico e parte del Sud Peninsulare. Qualche sporadica precipitazione sarà probabile, nelle prime ore del giorno, sulla Puglia meridionale e l’alta Calabria ionica. Sul resto d’Italia avremo sole dominante, tranne residue nubi a ridosso delle aree alpine e prealpine.

Giovedì avremo un consolidamento ulteriore dell’anticiclone, che garantirà tempo stabile e soleggiato un po’ ovunque. Deboli infiltrazioni d’aria umida d’origine atlantica potranno convogliare delle nubi verso l’Italia del Nord-Ovest, ma senza fenomeni associati. Qualche velatura raggiungerà le due Isole Maggiori.

DAL CALO TERMICO AL RITORNO DEL CALDO

Correnti da nord porteranno un raffreddamento più deciso a cavallo fra martedì e mercoledì, soprattutto lungo la fascia adriatica. Le temperature ritorneranno solo momentaneamente nella norma, in attesa poi di un successivo riscaldamento che prenderà corpo nella seconda parte della settimana, complice l’anticiclone subtropicale che porterà una vampata di caldo dal Nord Africa.

ULTERIORI TENDENZE METEO

Probabilmente seguiranno altri giorni di meteo stabile e dal sapore quasi estivo, tanto che la colonnina di mercurio potrebbe localmente spingersi verso punte di 30 gradi sulle due Isole Maggiori. Tuttavia, già da domenica l’approssimarsi della depressione iberica potrebbe determinare un peggioramento sulle regioni occidentali, di entità ancora tutta da valutare.

Rammentiamo che le previsioni meteo con validità sino a 5 giorni hanno una maggiore affidabilità, mentre questa decresce man mano che ci allontaniamo nel tempo.

METEO CITTÀ
– ANCONA
– AOSTA
– BARI
– BOLOGNA
– CAGLIARI
– CAMPOBASSO
– CATANZARO
– FIRENZE
– GENOVA
– L’AQUILA
– MILANO
– NAPOLI
– PALERMO
– PERUGIA
– POTENZA
– ROMA
– TORINO
– TRENTO
– TRIESTE
– VENEZIA

TUTTE LE ALTRE LOCALITÀ ED I BOLLETTINI METEO
Previsioni meteo ITALIA ed tutto il Mondo

Pubblicato da Mauro Meloni

Inizio Pagina