Prima Pagina>Meteo>Spettacolo Meteosat, ci mostra le cause del meteo in miglioramento
Meteo

Spettacolo Meteosat, ci mostra le cause del meteo in miglioramento

immagine 1 articolo 57819Fonte immagine Eumetsat 2019, rielaborazione grafica a cura della Redazione del Meteo Giornale.

Nel primo approfondimento di giornata ci siamo soffermati sul miglioramento meteo che sta coinvolgendo l’Italia e abbiamo evidenziato il ritorno dell’Alta Pressione dopo oltre 2 settimane.

Advertisements

Per comprendere ancora meglio le dinamiche attuali ci siamo avvalsi del supporto delle immagini satellitari e l’ultima scansione MeteoSat disponibile è quella che più di

Advertisements
tutte riassume la distribuzione di Alte e Basse Pressioni in Europa. Partiamo dal presupposto che in Scandinavia c’è ancora quel blocco anticiclonico di cui s’è scritto i giorni scorsi. Blocco che aveva innescato una discesa d’aria fredda lo scorso weekend, ma che da oggi in avanti inizierà ad avere sempre meno importanza.

Meteo oggi, dopo tanto tempo torna l’Alta Pressione

Importanza che invece assumerà l’Atlantico, laddove si scorgono grosse aree depressionarie. La più consistente abbiamo scelto di rappresentarla con un cerchio così da semplificarne l’individuazione. L’approfondimento verso le coste atlantiche del Marocco sta innescando il rigonfiamento del promontorio anticiclonico ora sulle nostre regioni, rigonfiamento che tra l’altro si avvale di aria mite proveniente dai quadranti meridionali (in giornata ci aspettiamo una rotazione dei venti dai quadranti meridionali tra il Canale di Sardegna e di Sicilia).

Osservando l’immagine così, senza sapere quel che accadrà in seguito, si potrebbe ipotizzare l’avanzata della perturbazione verso l’Italia. Invece no, la Depressione andrà a isolarsi tra la Penisola Iberica e il nord Africa, causando un ulteriore consolidamento dell’Alta Pressione.

Depressione che andrà seguita con molta attenzione non nell’immediato ma a ridosso di Pasquetta. Perché proprio di Pasquetta? Perché traslerà verso est, ipotesi ampiamente confermata dai modelli matematici di previsione, e traslando verso est dovrebbe raggiungere le nostre regioni aprendo una crisi perturbata che potrebbe condizionare gran parte dell’ultima settimana di aprile.

Ovviamente avremo modo di parlare approfonditamente di Pasqua e Pasquetta, quindi vi invitiamo a pazientare un po’ perchè tra 1-2 giorni saremo in grado di fornirvi tutti i dettagli sul meteo delle festività.

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina