Prima Pagina>Meteo>Stati Uniti, è una ciclogenesi storica. Meteo sempre più estremo
Meteo

Stati Uniti, è una ciclogenesi storica. Meteo sempre più estremo

immagine 1 articolo 57104

Mentre in Italia stiamo ancora attendendo un’ondata di maltempo degna di questo nome, negli USA si è verificato un evento meteorologico singolare: un processo di ciclogenesi esplosivo che può essere considerato storico, vista l’intensità che ha raggiunto e dove si è verificato.

Spesso l’utilizzato del termine “ciclogenesi esplosiva” è improprio e viene associato ad ogni tempesta del Nord Atlantico, un utilizzo che chiaramte ha il solo scopo del sensazionalismo a tutto i costi. Facendo un po’ di chiarezza, una ciclogenesi esplosiva è un processo meteorologico attraverso il quale si forma un’area di bassa pressione molto profonda in un periodo di tempo relativamente breve.

Meteo Stati Uniti: storiche inondazioni in Nebraska e nel Midwest

Il vortice che si forma tramite questo processo subisce un approfondimento rilevante in un periodo di tempo relativamente breve. Questo tipo di struttura può essere chiamata bomba meteorologica, così come avviene negli Stati Uniti. Tecnicamente, ovviamente, ci sono dei criteri per valutare questi processi e quindi siamo in grado di identificarli correttamente (ad esempio la definizione di Sanders-Gyakum del 1980).

Stabiliti i criteri di classificazione non ci si deve stupire se i meteorologi americani hanno descritto la ciclogenesi del 13 marzo come “storica”. Basterebbe tenere conto del fatto che la pressione minima subiva un calo di 33 hPa in 24 ore, tra lo scorso martedì e mercoledì. Un dato che supera di gran lunga i valori soglia che servono a qualificare questo processo di ciclogenesi come “esplosivo“.

Non solo, questo tipo di processo avviene solitamente negli Oceani mentre stavolta si è verificato sulla terraferma in un territorio enorme come il Nord America. Quindi qualcosa di totalmente inusuale.

Il processo è stato prodotto dalla complessa interazione tra una depressione ad alta quota e una depressione polare. I due fenomeni meteorologici hanno prodotto una vera e propria bomba ciclonica che ha causato effetti devastanti sia al passaggio del fronte caldo che del fronte freddo. Giusto per darvi un’idea, in alcuni Stati si sono abbattute tempeste di neve di inusuale violenza (in Colorado ad esempio), mentre in altri Stati del Midwest non sono mancate inondazioni piuttosto violente.

Pubblicato da Ivan Gaddari

Inizio Pagina

Please follow and like us: