Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Sogna come se dovessi vivere per te. La vita è troppo breve per sprecarla a realizzare i sogni degli altriOscar Wilde

Revisioni veicoli, dal 20 maggio arriva il certificato europeo

di Giulio Verde
Nuova direttiva a fine mese, le scadenze restano immutate ma ci sarà un documento con tutti i dati del mezzo revisionato (compreso il chilometraggio). A effettuare i controlli saranno gli ispettori ministeriali in centri autorizzati
officina

Revisione auto, arriva una direttiva europea (dm 214/2017) e dal prossimo 20 maggio si cambia. Ci sarà un certificato di revisione che potrà essere rilasciato dai centri autorizzati una volta effettuato il controllo del veicolo. Sul certificato saranno riportati i dati essenziali come targa, numero del telaio, luogo e data del controllo, lettura chilometri, categoria auto, carenze evidenziate e livello di rischio, risultati dei controlli e data del prossimo controllo da effettuare.

Il certificato sarà rilasciato dalle autorità competenti e trasmesso anche al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. In caso di nuove immatricolazioni da un paese all'altro dell'Unione Europea i dati saranno ritenuti validi a patto che vengano rispettate le scadenze dei controlli. Le lettura dei chilometri vuole contrastare le falsificazioni e a effettuare le revisioni saranno gli ispettori ministeriali o comunque autorizzati. 

Gli obblighi rimangono gli stessi: controllo a quattro anni dalla prima immatricolazione e in seguito ogni ventiquattro mesi. Si rischiano altrimenti multe da 168 a 674 euro.