Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Se vuoi vivere la vita stupisciti dell’esistenza in sé, dedicati all’ascolto, alle relazioni cerca di trovar tempo per contemplare e sognareEnzo Bianchi

Autostrade: al via nuovo Telepass europeo per le auto

Si potrà viaggiare anche in Spagna, Portogallo e Francia con un unico dispositivo elettronico senza doversi fermare ai caselli per pagare il pedaggio. Sarà possibile pagare anche i parcheggi di 400 città tra cui Parigi, Madrid e Barcellona
Un Telepass unico per quattro Paesi europei

Roma - Telepass, società del gruppo Atlantia e leader mondiale nei sistemi di pagamento del pedaggio autostradale, lancia il Telepass europeo per le auto. Grazie all'accordo tra Telepass, il gruppo francese Aprr/Area e la spagnola Pagatelia, i clienti italiani possono ora viaggiare liberamente sulla rete autostradale italiana, francese, spagnola e portoghese. Questo nuovo servizio si aggiunge a quello, caso unico in Europa, dedicato ai mezzi pesanti (Telepass Eu) e già in vigore da oltre un anno in Francia, Spagna, Portogallo, Italia, Belgio, Polonia e Austria


   Con il nuovo Telepass europeo per le auto, oltre al pedaggio è possibile pagare anche i parcheggi nelle città dei Paesi coperti dal servizio: alle principali città italiane come Milano, Roma, Torino, Firenze e Napoli si aggiungono 400 parcheggi in città europee tra cui Parigi, Madrid e Barcellona
   Grazie ai servizi Telepass per veicoli leggeri e pesanti, la società del gruppo Atlantia detiene la leadership mondiale nei sistemi di pagamento del pedaggio autostradale. In particolare, l'azienda è leader della mobilità in Europa per effetto della propria innovativa piattaforma interoperabile che abbina la tecnologia a micro onde con quella satellitare, certificata di recente in Belgio per i mezzi pesanti.

"Finalmente, grazie agli accordi con i nostri partners in Francia e Spagna - ha dichiarato Giovanni Castellucci, amministratore delegato di Atlantia - possiamo estendere il servizio Telepass per le auto anche ai Paesi con una importante rete autostradale come appunto Francia e Spagna, come già avviene per i mezzi pesanti per i quali siamo in grado, unici in Europa, di offrire un servizio di pedaggio transfrontaliero in ben 7 Paesi europei. Con l'operazione Abertis, poi, ci aspettiamo un'ulteriore accelerazione della crescita nei sistemi di pedaggiamento e servizi associati ed un rafforzamento della nostra leadership". 
   Accedere al nuovo Telepass europeo è facile e veloce. Per i clienti Telepass, è sufficiente richiedere l'attivazione sul proprio contratto Telepass Family presso i Punto Blu presenti sulla rete autostradale e ottenere il nuovo dispositivo. Per i nuovi clienti, invece, basterà sottoscrivere un contratto Telepass Family e contestualmente all'attivazione del nuovo servizio richiedere il dispositivo interoperabile. Dopo una prima fase di avvio, l'attivazione sarà possibile anche attraverso il sito. Si tratta di un servizio pay per use, con un costo di attivazione di 6 euro e un canone aggiuntivo di 2,40 euro, solo nei mesi in cui viene varcata la frontiera. L'importo del pedaggio estero sarà fatturato e addebitato sul proprio conto corrente insieme al pedaggio italiano e con le stesse modalità. 


   "Siamo orgogliosi - ha dichiarato Gabriele Benedetto, amministratore delegato di Telepass - di presentare questa importante novità per i veicoli leggeri, che consente per la prima volta in Europa, di viaggiare con un unico dispositivo in 4 Paesi. Dopo il successo del Telepass Eu per i veicoli pesanti, interoperabile in 7 Paesi, il nuovo dispositivo per le auto, è un'ulteriore dimostrazione che la nostra strategia è sempre più orientata ad offrire nuovi servizi ai nostri clienti e ad assisterli nei loro viaggi in tutta Europa". 


   Con 6,2 milioni di clienti in Italia e in Europa, di cui oltre 400 mila mezzi pesanti equipaggiati con dispositivi italiani e 140 mila che dispongono del servizio di pagamento del pedaggio all'estero, Telepass è l'unica società in grado di offrire il servizio di telepedaggiamento completo in ogni processo: dallo sviluppo dell'apparato, al riconoscimento delle transazioni, alla gestione della fatturazione. Grazie al nuovo Telepass europeo, infatti, oltre a ridurre il numero di apparati da apporre al parabrezza dei veicoli pesanti i clienti possono beneficiare anche di una gestione del portale unica per i sette Paesi, che li aiuta a impostare i propri dispositivi e a monitorare il costo del pedaggio giorno per giorno.