Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Sogna come se dovessi vivere per te. La vita è troppo breve per sprecarla a realizzare i sogni degli altriOscar Wilde

L'inquinamento? Arriva più dai motori a benzina che da quelli diesel

di Giulio Verde
I dati emessi dai costruttori indicano per la prima volta un superamento nell'incidenza della produzione di Co2. Ma questo dipende dal netto aumento delle vendite di auto a benzina. L'unica soluzione possibile resta l'elettrico
stop

Dopo anni di iniziative contro i motori diesel, emergono dati contrastanti che spingono a riconsiderare anche il ruolo dei motori a benzina.

A Roma, per esempio, Virginia Raggi ha annunciato lo stop ai veicoli a diesel nel centro di Roma a partire dal 2024. Molti altri comuni - a partire da Torino - hanno pensato di seguire l'esempio. Ora però i dati diffusi dall'Agenzia Europea dell’Ambiente segnalano un superamento della benzina, nella produzione di CO2 in Europa causa il netto aumento dei volumi di vendita. L'unica soluzione rimasta, sostengono i produttori di macchine, sarebbe l'elettrico. Ma gli ostacoli sono ancora tanti.

Le emissioni di anidride carbonica prodotta dalle auto a benzina hanno superato quelle provenienti dalle nuove diesel. È la prima volta che il dato viene evidenziato in 8 anni, da quando è iniziata la misurazione. A riferirlo è l'Associazione Europea dei costruttori di auto (Acea), in base a dati della stessa associazione e dell'Agenzia Europea dell'Ambiente (Eea). In generale, l'inquinamento prodotto dalle auto è cresciuto dello 0,4% rispetto al 2016.

In particolare sono due i Paesi europei a dover fare più attenzione: Olanda e Polonia, oltre ai maggiori compratori e produttori di auto come Regno Unito, Francia e Germania. Il punto, però, non è che la benzina inquini più del diesel, ma che le vendite di auto con quel tipo di carburante sono aumentate

I consumatori stanno mandando un chiaro segnale: ci sono troppe barriere, come mancanza di infrastrutture o problemi di affidabilità e di autonomia, che impediscono ai veicoli elettrici di sostituire il diesel. Le riduzioni di CO2 dipenderanno dalle vendite di veicoli elettrici o ad altre alimentazioni alternative. Rispetto agli altri mercati di automobili, infatti, quello delle macchine elettriche è cresciuto solo dello 0,4%. I produttori, riporta il sito dell'Acea, stanno facendo ricerche e progetti per sviluppare veicoli ecologici e alla portata di tutti, ma i governi devono aiutare fornendo le adeguate infrastrutture, come le colonnine per le ricariche. Altrimenti i clienti non potranno mai essere davvero convinti a cambiare auto.