Fra meno di due settimane, in occasione dell’apertura del Salone di Shanghai, Audi svelerà l’aspetto definitivo e le caratteristiche della rivoluzionaria auto compatta a guida autonoma AI:me. Un modello – sottolinea la Casa dei Quattro Anelli nel diffondere alcuni bozzetti di studio – che ”costituisce la visione Audi di un avveniristico modello compatto a guida autonoma dedicato alle megacity del futuro”.

Sulla base di queste scarne informazioni è difficile fare ipotesi su dimensioni reali e livelli di capacità di muoversi senza l’ausilio del pilota. Ma da quanto anticipano le prime immagini di Audi AI:me (una sigla che unisce le caratteristiche della Intelligenza Artificiale al ‘permanere’ del rapporto dell’individuo con la macchina) non è azzardato ipotizzare una evoluzione Autonomous Drive di livello 4 – che permette cioè al pilota di abbandonare il volante ma non il posto guida – della piattaforma elettrica MEB del Gruppo.

AI:me potrebbe dunque essere un crossover sportivo con trazione integrale e quattro/cinque posti, ideale per muoversi senza richiedere l’intervento del guidatore nel traffico rallentato e incanalato delle grandi aree urbane, capace però di offrire tutte le emozioni della guida di una vera Audi Quattro su strada aperta.

Rispondi