Audi espande la gamma dei modelli 100% elettrici con le inedite e-Tron S ed e-Tron S Sportback che portano al debutto, in questo segmento, la soluzione dei due motori posteriori indipendenti che esaltano la rapidità di trasferimento al suolo della coppia motrice, enfatizzando agilità e sportività. Le nuove versioni S di Audi e-Tron e e-Tron Sportback dispongono infatti di tre motori elettrici – due in corrispondenza dell’assale posteriore – che erogano complessivamente una potenza massima di 503 Cv in modalità boost (trasmissione in S) e una coppia di 973 Nm., permettendo ad entrambe le vetture di scattare da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi raggiungendo la velocità massima di 210 km/h. I tre motori elettrici erogano invece in modalità D della trasmissione rispettivamente 435 Cv e 808 Nm.

La grande novità, sotto il profilo del piacere di guida è la presenza nella trazione integrale Quattro (100% elettrica) la funzione torque vectoring con ripartizione attiva e variabile della coppia sull’assale posteriore. In uscita di curva, la ‘spinta’ dei due nuovi modelli e-Tron privilegia sensibilmente il retrotreno, un aspetto che aumentare ancora le occasioni di divertimento per i guidatori più abili. Scegliendo la posizione Sport nel controllo della stabilità ESC e il programma Dynamic nell’Audi Drive Select, il pilota può infatti innescare il sovrasterzo e il drift (cioè la sbandata controllata).

Nuove e-Tron S ed e-Tron S Sportback – di cui Audi ha diffuso alcune immagini con mascheratura optical – sono le prime vetture elettriche al mondo realizzate in grande serie a poter contare su tre motori a zero emissioni. Il powertrain elettrico di maggiori dimensioni – analogo allo stesso che aziona le ruote posteriori nei modelli Audi e-Tron 55 quattro – in queste due nuove auto viene ora montato sull’avantreno ed eroga una potenza di 168 Cv (204 in modalità boost). Il motore di minori dimensioni, adattato rispetto ad Audi e-Tron 55 quattro, lavora ora al retrotreno su un solo lato, affiancato da una seconda unità gemella sul lato opposto. I due propulsori posteriori erogano complessivamente 266 Cv (359 in modalità boost). Nelle due nuove S alla trazione integrale Quattro elettrica si accompagna un’innovazione tecnica: il torque vectoring elettrico, che ripartisce la coppia tra le ruote posteriori portando i vantaggi garantiti dal ”classico” differenziale sportivo Audi nell’era della mobilità a zero emissioni. Ciascuno dei motori al retrotreno trasmette la spinta mediante un sistema d’ingranaggi a una sola ruota e, grazie a questo schema, il differenziale meccanico non è più necessario. La funzione di torque vectoring elettrico, e la conseguente ripartizione della spinta tra le ruote posteriori, si attiva in pochi millisecondi pur gestendo valori di coppia decisamente elevati. Accelerando con decisione in uscita di curva, vengono trasmessi alla ruota posteriore esterna sino a 220 Nm di coppia in più rispetto a quanto indirizzato alla ruota interna, il tutto con tempi quattro volte più rapidi rispetto a un sistema meccanico. Se una delle ruote posteriori perde grip a causa del fondo a ridotta aderenza – ghiaccio o neve – la coppia viene ripartita con eccezionale rapidità così che la ruota con maggiore aderenza riceva pressoché l’intera spinta.

Audi e-Tron S e Audi e-Tron S Sportback si distinguono per la griglia single frame ottagonale e per i proiettori a Led con quattro segmenti orizzontali l cui parte inferiore funge da luci diurne. Diversi anche i passaruota ampliati di 23 mm rispetto ad Audi e-tron 55 quattro e Audi e-tron Sportback 55 quattro. Inoltre la finitura look alluminio è estesa allo splitter anteriore, agli inserti alle portiere, all’estrattore e al single frame. I sedili sportivi a regolazione elettrica sono di serie, mentre i rivestimenti in pelle e Alcantara, il selettore della trasmissione, i listelli sottoporta e il volante sono impreziositi dalla punzonatura del logo S.

Rispondi