Prima Pagina>Motori>Auto elettriche, a Roma la ‘Tesla Owners Italia Club House’
Motori

Auto elettriche, a Roma la ‘Tesla Owners Italia Club House’

Una location unica ed esclusiva a due passi dal Colosseo, 200 metri quadrati pensati per ospitare eventi ed attività, che offre una moltitudine di servizi e possibilità in termini di utilizzo, dotazioni, allestimenti e configurazioni spaziali. È la prima ‘Tesla Owners Italia Club House’, inaugurata nella capitale, in via Dei Santi Quattro, 90, all’insegna della mobilità elettrica, alla presenza di oltre duecento tra stakeholders del settore della mobilità elettrica, aziende, proprietari, giornalisti e rappresentati pubblici. La Club House sarà un luogo di incontro e approfondimento aperto a chi guida o guiderà elettrico, così come a chi vuole approfondire il tema in chiave di micro mobilità e sharing, spiegano Nino Geraci e Daniele Invernizzi, vice-presidente di Tesla Owners Italia e presidente di eV-Now!.

In occasione dell’inaugurazione si è parlato delle prospettive del settore sul breve e medio termine e dell’importanza dell’educazione e della formazione delle nuove generazioni, anche nell’ottica di una lotta al cambiamento climatico che è ormai impossibile ignorare, come ben sottolineato dal confronto tra Luca del Bo – presidente di Tesla Owners Italia -, Chiara Aluffi Pentini di Unicef e Federica Gasbarro, Delegata ONU per i Giovani.

Una sostenibilità che riporti al centro l’umano e i suoi bisogni, che abbatta la contrapposizione tra i concetti di ambientale ed economico e che preveda piuttosto il sodalizio tra le due componenti, presentendo una mobilità a misura d’uomo ed autosufficiente; una mobilità, spiega Rolando Roberto di Enerworks Europe, che sia capace di produrre e consumare energia a chilometro zero grazie alla sinergia tra batterie e rinnovabili: “bisogna imparare a pensare l’elettrico come una rete integrata, alimentata in maniera pulita e a disposizione dell’utente attento”, è stato sottolineato. Una mobilità elettrica che diventi comoda, efficace, naturale e alla concreta portata di tutti. Ne portano un esempio due realtà diverse e ormai affermate sul territorio italiano: Marco Di Carlo, Business developer di Mennekes, l’azienda inventrice dello standard di ricarica e che dà voce agli owners a quattro ruote presentando la filosofia del ChargeUpYourDay, “la ricarica in ogni momento della giornata”, e Gianluca Bassan, che reca testimonianza del case history a due ruote Askoll, lo scooter elettrico che ha rivoluzionato lo sharing dell’Urbe. E ancora XMove di Nino Geraci, società di noleggio a breve e lungo termine votata all’elettrico e alla causa ambientale, e impegnata in un innovativo progetto di sharing residenziale.

Quello che si respira è un atteggiamento verso il mondo della mobilità improntato alla sostenibilità, che preveda un ragionamento di tipo etico anche dal punto di vista finanziario e di investimento – chiarisce Francesco Imperatore di Azimut -, e che debba essere fortemente sostenuto dalla comunicazione e dai media di settore, in una sinergia di forze, spiega Dino Marcozzi presidente Motus-E, che sia il prodotto del lavoro congiunto tra owners, aziende, associati, tecnici e interessati al settore. L’universo della mobilità elettrica rimane infatti oggi uno dei pochissimi campi in cui ancora si respira una collaborazione fruttuosa tra aziende che si ritengono più colleghe nello sviluppo piuttosto che effettivi competitor di settore.

Rispondi