Prima Pagina>Motori>Auto: Promotor, bene impegno Salvini per Iva detraibile 100%
Motori

Auto: Promotor, bene impegno Salvini per Iva detraibile 100%

“Il vice presidente del Consiglio Matteo Salvini si è impegnato per il Governo a rinunciare con la Finanziaria per il prossimo anno a prorogare ancora una volta l’indetraibilità dell’Iva per le auto acquistate dalle aziende e dagli altri titolari di partita Iva, eliminando così una grave disparità di trattamento in materia di detraibilità dell’Iva tra l’Italia e il resto dell’Unione Europea dove la regola è l’integrale detraibilità dell’Iva”. Lo afferma il Centro Studi Promotor.
    L’impatto dell’indetraibilità dell’Iva per le aziende italiane è pesante. Da uno studio del Centro Studi Promotor emerge che una vettura del costo senza Iva di 30.000 euro costa effettivamente 30.000 euro in Germania, Francia, Spagna, Regno Unito e nella quasi totalità dei paesi della Ue, ma costa 33.960 euro in Italia perché soltanto il 40% dell’Iva è detraibile.
    Anche per la deducibilità degli ammortamenti delle auto aziendali vi sono limitazioni. In Italia la quota ammortizzabile è di solo 3.615 euro. In Germania, Spagna e nella maggioranza degli altri paesi della Ue è invece ammortizzabile l’intero costo sostenuto. A ciò si aggiunge che pesanti limitazioni si applicano anche alla deduzione dei costi di esercizio.
    “Occorre quindi – afferma Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor – che il Governo, in occasione della messa a punto della prossima Finanziaria, non solo mantenga l’impegno assunto ieri da Salvini, ma elimini anche le limitazioni alla deducibilità di costi di esercizio e dell’ammortamento per restituire alle aziende italiane competitività nei confronti dei concorrenti europei, eliminando le penalizzazioni fiscali che colpiscono la mobilità”.
   

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *