Prima Pagina>Motori>Bmw e Lamborghini tra i datori di lavoro più attrattivi
Motori

Bmw e Lamborghini tra i datori di lavoro più attrattivi

Ferrero, Bmw e Automobili Lamborghini vincono il Randstad Employer Brand: secondo una ricerca condotta su oltre 200mila persone in 32 Paesi, che ha riguardato 6.200 aziende a livello globale, sono le tre imprese più attrattive come datori di Lavoro, seguite da Thales Alenia Space, Feltrinelli, Maserati, Mondadori, Rai, Avio Aero e Coca-Cola Hbc. In Italia, sono state intervistate 7.700 persone tra i 18 e i 65 anni; occupati, studenti e non occupati a cui è stato chiesto quali fattori rendano un’azienda attrattiva tra le 150 selezionate con oltre mille dipendenti con sede in Italia e conosciute da almeno il 10% della popolazione. La classifica stilata vede al primo posto la multinazionale di Alba, considerata il miglior datore di lavoro dal 78,5% degli intervistati; seguono appunto Bmw (73,2%) e Automobili Lamborghini (72,6%). Alle aziende più attrattive per ciascun fattore oggetto di indagine è stato assegnato anche il Randstad Globe. Ferrero lo ha ricevuto anche per sicurezza del posto di lavoro, atmosfera di lavoro, buona reputazione, equilibrio tra vita professionale e privata.

Il fattore più ricercato dagli italiani in un datore di lavoro, secondo la ricerca Randstad Employer Brand, è l’equilibrio fra vita professionale e privata, indicato dal 53% del campione, seguito dall’atmosfera di lavoro piacevole (52%) e da buona retribuzione e benefits (47%). Poi vengono la sicurezza del posto di lavoro (46%) e le opportunità di carriera (37%). Le donne danno maggiore importanza all’atmosfera di lavoro piacevole (57%, 10 punti in più degli uomini) e al work-life balance (55% contro il 51% dei colleghi), mentre gli uomini, subito dopo l’equilibrio fra lavoro e vita privata, preferiscono buona retribuzione e benefit (48%, contro il 47% delle donne) e sono meno interessati alla sicurezza del posto di lavoro rispetto alle colleghe (44% vs 47%). Ma le differenze più evidenti emergono per fasce di età: i giovanissimi (18-24 anni) cercano più degli altri un’atmosfera di lavoro piacevole, i Millennials (25-34enni) soprattutto sulle opportunità di carriera, gli adulti tra 35 e i 54 anni danno relativamente maggiore importanza alla vicinanza del posto di lavoro, mentre gli over 55 guardano soprattutto alla solidità finanziaria dell’azienda. Per i lavoratori part-time (il 19% della forza lavoro) il datore di lavoro più attrattivo è un’impresa che offre un’atmosfera piacevole e un buon equilibrio fra vita professionale e privata. Rispetto ai colleghi che lavorano a tempo pieno, sono meno interessati al salario e ai benefit e alle opportunità di carriera, mentre sono più attenti alla sicurezza del posto di lavoro.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *