Prima Pagina>Motori>Bmw riorganizza settore Auto in unica divisione vendite
Motori

Bmw riorganizza settore Auto in unica divisione vendite

Il Gruppo Bmw è fortemente impegnato nel piano Performance Next che guarda al traguardo del 2025 non solo come transizione verso la mobilità del futuro ma anche per ottimizzare le attività industriali e commerciali. Lo ha detto oggi a Monaco il CEO del Gruppo Harald Krueger che ha specificato i capisaldi di questa strategia in funzione della prossima tappa, stabilita al 2012. “La mobilità elettrica – ha ribadito Krueger – continuerà a crescere e proseguirà anche lo sviluppo dei modelli ad alta automazione. Ma lo scenario continuerà a restare altamente volatile”. Ed ha anticipato quella che sarà la nuova struttura del Gruppo e quali saranno i provvedimenti da attuare per affrontare queste sfide, con l’attesa di arrivare alla fine del 2022 a ottenere potenziali risparmi di oltre 12 miliardi di euro.

Bmw ridurrà ad esempio di un terzo i tempi di sviluppo delle nuove auto, grazie anche a simulazioni digitali e validazioni virtuali che eviteranno – al traguardo del 2024 – di produrre 2.500 prototipi. Inoltre taglierà del 50% la complessità dei gruppi motopropulsori e contemporaneamente del portfolio modelli. Ne è un esempio il fatto che “l’attuale Serie 3 Gran Turismo non avrà un successore”.

Dal prossimo primo aprile, inoltre, i brand Bmw, Mini e Rolls-Royce saranno riuniti in una sola struttura commerciale, denominata C come ‘consumer’, e che si occuperà di marketing e vendite. “Stiamo lavorando anche a nuove piattaforme flessibili – ha detto Krueger – che ospiteranno gruppi propulsori termici, ibridi plug-in e 100% elettrici. Dal 2020 la nostra X3 sarà il primo modello ad offrire queste tre varianti”. Ed ha ribadito che, con il lancio quest’anno di 20 auto nuove o rinnovate, a fine 2019 ci saranno sulle strade “500mila nostre vetture elettrificate sulle strade di tutto il mondo”. In tema di elettromobilità Bmw ha ribadito i progressi ottenuti in questo ambito: è allo sviluppo la quinta generazione del propulsore EV, altamente integrato e dotato di un motore che non utilizza Terre Rare, uno sviluppo che permetterà a Bmw “di non dipendere più dalla loro disponibilità”.

Rispondi