Prima Pagina>Motori>Bosch: occhio al veicolo in contromano
Motori

Bosch: occhio al veicolo in contromano

Uno dei maggiori incubi dell’automobilistica è quello di ritrovarsi un veicolo in contromano. Di fatto la possibilità che si verifichi una situazione del genere in autostrada è meno remota di quanto si pensi.

Solo in Germania, ogni giorno i notiziari radio sulla circolazione segnalano circa cinque eventi di veicoli contromano, l’equivalente di quasi 2.000 ogni anno. Grazie al wrong-way driver warning, Bosch sta dimostrando che bastano poche migliaia di righe di codice informatico per proteggere vite umane.

Un servizio basato su cloud

Questo servizio salvavita basato su cloud, disponibile in 13 Paesi europei, non solo avverte il conducente che sta procedendo nel senso di marcia sbagliato, ma allerta anche gli altri guidatori che si trovano nell’area di pericolo, inviando con la massima velocità notifiche push. Integrati dapprima nelle app radio delle trasmittenti tedesche Antenne Bayern e Rock Antenne agli inizi del 2018, gli avvisi di marcia contromano contano già 400.000 utenti raggiunti, un numero destinato ad aumentare. Al momento, ben 15 app di navigazione, streaming e radio hanno integrato la funzione app sviluppata da Bosch. Con essa il servizio è in grado di raggiungere diversi milioni di persone in Europa, dall’Irlanda all’Italia e dal Portogallo alla Polonia. “Niente più incidenti mortali a causa di veicoli che procedono nel senso opposto di marcia: è questo l’obiettivo di Bosch”. Ha dichiarato Markus Heyn, membro del Board of Management di Bosch. Per il suo sistema salvavita digitale Bosch ha sviluppato anche un modulo software: unico al mondo nel suo genere, integra gli avvisi nei sistemi di infotainment dei veicoli.

Come funziona

Circa un terzo di questi incidenti avviene quando il guidatore contromano ha percorso solo 500 metri – nel peggiore dei casi con conseguenze fatali. Per rilevare se una macchina imbocca l’autostrada nel senso opposto di marcia la tecnologia basata su cloud confronta i movimenti effettivi del veicolo con la direzione di marcia consentita. Tali informazioni relative sono memorizzate in un database. Il guidatore non deve far altro che tenere l’app aperta in background.

L’automobilista che imbocca la rampa di uscita invece che quella di entrata viene allertato da una notifica push. Contemporaneamente, sono avvisati del pericolo anche i veicoli nelle vicinanze. Più aumenta il numero di veicoli connessi, più diventeranno strette le maglie della rete invisibile di sicurezza. Di conseguenza, migliorerà l’efficacia del sistema di avviso di circolazione sulla carreggiata sbagliata. Bosch utilizzerà un nuovo modulo software per integrare il wrong-way driver warning direttamente nei sistemi di infotainment dei veicoli futuri. Il display di bordo potrà quindi avvisare il conducente in pochissimi secondi. Bosch sta dialogando con molte case automobilistiche che desiderano integrare il wrong-way driver warning come dotazione di serie.

22 marzo 2019

Diventa fan di Tiscali su Facebook

Rispondi