Prima Pagina>Motori>Con l’auto elettrica in autostrada: colonnine di ricarica ogni 50 km
Motori

Con l’auto elettrica in autostrada: colonnine di ricarica ogni 50 km

ROMA – La commissione Bilancio della Camera dei Deputati alla fine ha approvato l’emendamento tanto caro ai 5 stelle.  Un emendamento a favore della mobilità elettrica: tutti i concessionari autostradali devono installare colonnine di ricarica ogni 50 chilometri. Un testo chiaro e limpido che, al momento, non prevede sconti. “Grazie al nostro emendamento alla manovra, approvato in commissione Bilancio, tutti i

Advertisements
concessionari autostradali devono installare colonnine di ricarica per veicoli elettrici di ultima generazione lungo le tratte di loro competenza almeno ogni 50 chilometri”, spiegano i pentastellati Giuseppe Chiazzese, Andrea Giarrizzo, Luca Sut, Giovanni Vianello.

Advertisements

“Il termine per l’installazione dei punti di ricarica di potenza elevata è di 180 giorni, e nel caso i concessionari non provvedano, chiunque ne faccia richiesta si può candidare per installarle. In questo caso, il concessionario dovrà pubblicare entro 30 giorni una manifestazione d’interesse volta a selezionare l’operatore sulla base di caratteristiche tecniche e commerciali che valorizzino efficienza, qualità e varietà dei servizi proposti. L’obbligo di installare le colonnine in autostrada era già stato posto a carico dei concessionari dal decreto legislativo 257 del 2016 e il termine ultimo per adempiere era il 31 dicembre 2020. Purtroppo in questi anni sono stati installati pochissimi punti di ricarica e questo ci ha spinto a correre ai ripari fissando tempi certi e l’obbligo di affidare il compito a terzi in caso di inadempienza. Superiamo una situazione di stallo senza prevedere penali, che avrebbero avuto soltanto l’effetto opposto di allungare i tempi con interminabili contenziosi”.  (f.p.)

Fonte www.repubblica.it

Rispondi