Prima Pagina>Motori>Con Telepass il carsharing DriveNow ‘salta’ il casello
Motori

Con Telepass il carsharing DriveNow ‘salta’ il casello

Con l’adozione dei dispositivi Telepass di pagamento elettronico del pedaggio autostradale, il carsharing DriveNow rende più facile l’utilizzo extraurbano delle proprie vetture. L’operatore del gruppo BMW, attualmente attivo a Milano, ha annunciato di aver equipaggiato con la “scatoletta” che permette di evitare le code ai caselli, tutte e 500 le vetture condivise in servizio all’ombra della Madonnina.

Questa scelta renderà più rapidi gli spostamenti degli abbonati verso l’aeroporto di Malpensa, dove la vettura può essere rilasciata al termine dell’utilizzo, con il pagamento di un extra di 12 euro. Per gli utenti, sarà anche più agevole l’impiego delle Mini e delle BMW della flotta per brevi viaggi extraurbani o gite ‘fuori porta’.

Il pagamento del pedaggio autostradale verrà automaticamente addebitato al cliente, in aggiunta alla tariffa di utilizzo del veicolo, sia che si tratti di quella al minuto (da 31 a 34 centesimi di euro), sia a forfait (pacchetto orario o di uno o più giorni).

In merito a questa nuova iniziativa, da DriveNow sottolineano: “Nel 2018 la scelta dei pacchetti a forfait è cresciuta del +35%, con boom di utilizzi in specifici periodi dell’anno come i giorni delle grandi manifestazioni internazionali milanesi (Fashion Week, Salone del Mobile, ecc).

DriveNow è sempre più utilizzato per trascorrere gite e weekend fuori città con amici e famiglia o per noleggi che prevedono un impiego prolungato dell’auto, per esempio le brevi trasferte di lavoro di aziende e professionisti”.

Per questi motivi la società ha deciso di “implementare e perfezionare l’offerta verso una tipologia di utenza che comprende i vantaggi di un utilizzo del car sharing non solo come opzione di mobilità per gli spostamenti all’interno del perimetro milanese”.

Rispondi