Le aziende giapponesi sono decise a prolungare ulteriormente la chiusura dei loro impianti in Cina, dove le autorità locali hanno proposto di estendere le vacanze del Capodanno cinese, nel tentativo di contenere la diffusione del corona virus.
    Toyota ha posticipato la riapertura di quattro stabilimenti di produzione in Cina al 10 febbraio, rispetto al precedente piano dei primi giorni del mese. La Honda ha deciso di allungare il periodo di vacanza nella struttura di Wuhan, la città considerata l’epicentro del focolaio, dal 2 al 13 febbraio, e ha inoltre comunicato che sospenderà le operazioni in altri due impianti del Paese fino al 9 febbraio. Altre due case auto, Mazda e Mitsubishi Motors hanno annunciato lo stop dei loro impianti fino alla stessa data, così come le aziende della tecnologia Panasonic e Hitachi, ancora in attesa di stabilire una data per il riavvio delle operazioni. 
   

Rispondi