Prima Pagina>Motori>Da sportive a suv:confronto Fca-Renault su modelli
Motori

Da sportive a suv:confronto Fca-Renault su modelli

(di Andrea Silvuni)

La ‘squadra’ che potrebbe essere schierata dalla Grande Alleanza FCA-Renault-Nissan-Mitsubishi è così vasta e variegata da poter svolgere un ruolo primario in tutti i mercati mondiali – forse con la sola eccezione della Cina – e i tutti i segmenti. Lo schieramento è dunque in gran parte sovrapponibile, soprattutto nei suv e nelle auto compatte, mentre lascia in posizione di forza Renault e Nissan nei modelli elettrificati e FCA nel mondo dei veri fuoristrada, con Jeep, e delle auto premium e alte prestazioni con Alfa Romeo e Maserati.

– BUON EQUILIBRIO NELLE CITY CAR E NELLE ‘BASIC’: Fca dispone di una gamma completa nelle piccole, con la Panda e la 500 che hanno un’ottima penetrazione in Europa, e la Mobi in Sudamerica mentre l’Alleanza può contare solo sulla Twingo ForFour (sviluppata con Daimler e ora avviata allo stop produttivo) in Europa e sulla Kwid – una sorta di mini suv – in India, in Brasile e altri mercati emergenti. Nissan è impegnata nelle city car, assieme a Mitsubishi, nello specifico segmento delle Kei Car per il Giappone. Mitsubishi produce anche due ‘piccole’ (la EK e la Mirage) per l’Asia. – FRANCESI E GIAPPONESI FORTI NEL SEGMENTO B: Negli ultimi anni Fca ha abbandonato in Europa delle segmento B tradizionali, fermando la produzione della Punto e limitandosi in alcuni mercati a proporre la Lancia Ypsilon. Migliore la situazione in America del Sud, dove Argo ha un buon successo e dove, nell’area entry level, la Mobi e la Uno continuano a piacere a fasce variegate di clientela. Renault dispone invece di una aggiornassimo Clio (la nuova generazione viene presentata e in questi giorni) e della richiestissima Dacia Sandero. Nissan punta sulla Micra e, in alcuni mercati, sulla March.

– FCA OK NEI VERI FUORISTRADA, MA HA POCHI CROSSOVER: Oltre all’ importante asset rappresentato dalla gamma Jeep che spazia dalla compatta Renegade al maxi suv sportivo Grand Cherokee SRT, Fca può contare in questa fascia di mercato – la più vivace – anche sulla Fiat 500X, un successo in molti mercati, sull’Alfa Romeo Stelvio e sulla Maserati Levante. Renault propone invece Captur, Kadjar e Koleos, che condividono elementi con i modelli Nissan Juke, Quashai e X-Trail. Con Dacia Duster, poi, Renault domina la fascia economica. Apprezzata anche la gamma Mitsubishi che comprende ben 6 modelli: Space Star, ASX, Ecilspe Cross, Outlander e il celebre off-road Pajero.

– SUPERIORITÀ RENAULT & ALLEATI NELLE BERLINE MEDIE: Quello delle auto C e D è un segmento abbandonato da Fca, con le sole eccezioni in Europa di Fiat Tipo e di Alfa Giulietta e Giulia, e di Grand Siena e Cronos in Brasile e altri mercati. La potenza di fuoco degli Alleati può contare su Mégane, Talisman e Latitude (solo Sudamerica e Asia) per la Losanga, su Versa, Sentra, Altima e Maxima (uno dei modelli leader in Usa) per Nissan e su Mirage e Lancer per Mitsubishi. Da non dimenticare la Q30 di Infiniti, brand di lusso di Nissan, e i modelli Samsung Motors, la Casa coreana controllata da Renault.

– FCA BATTE NISSAN NEI GRANDI PICK-UP, NON IN BASSO: Con la gamma Ram prodotta in Usa e e il nuovo Jeep Gladiator, in arrivo nei prossimi mesi, Fca domina il mercato dei pick-up di taglia grande e medio grande. Molto indietro nelle vendite il Nissan Titan, anch’esso prodotto negli Stati Uniti. Già oggi Fiat vende un pick-up (Fullback) fornito da Mitsubishi, ma questa Casa – con il suo L200 – e Nissan con il Navara (venduto anche come Renault Alaskan) sono decisamente più forti a livello globale.

Fiat ha una discreta presenza in Brasile con il Toro, a cui si contrappone il Duster Oroch con marchio Renault.

– ALFA E MASERATI PUNTI DI FORZA IN PREMIUM E SPORTIVE: Ciò che FCA mette sul piatto nel settore del lusso e delle prestazioni è decisamente più importante, anche se i numeri sono limitati, rispetto a Renault e Nissan. Giulia Quadrifoglio e gamma del Tridente staccano, e di parecchio, le varie Alpine e Infiniti (brand recentemente uscito dall’Europa) e solo le Nissan 370Z e GTR mostrano di possedere la grinta adatta a rivaleggiare con il migliore made in Italy sportivo.

Rispondi