Prima Pagina>Motori>FCA: Fiat-Alfa e Renault assieme, non è la prima volta
Motori

FCA: Fiat-Alfa e Renault assieme, non è la prima volta

 

Non è certo la prima volta che FCA, o meglio Fiat e Alfa Romeo, collaborano con i francesi di Renault o con loro soci, i giapponesi di Nissan. Nell’ottobre del lontano 1958 venne siglato un primo accordo tra Alfa Romeo (allora di proprietà dell’IRI) con la Renault per l’assemblaggio in Italia della Dauphine, una soluzione che avrebbe permesso – bypassando i dazi a cui erano sottoposte le vetture d’importazione – di aggiungere alla gamma del Biscione un modello entry level. Esattamente 60 anni fa (era il 3 giugno 1959) le prime Dauphine cominciarono ad essere costruite presso lo stabilimento del Portello, a fianco alla Giulietta.

Dal settembre 1960 si aggiunse anche la Ondine e la produzione di queste Renault-Alfa Romeo, non particolarmente fortunate commercialmente, proseguì fino al 1964. Nel 1967 Alfa Romeo e Renault si ‘avvicinarono’ nuovamente per collaborare nell’ambito dei furgoni e degli autocarri leggeri. Fu Saviem, azienda del Gruppo Renault dedicata ai mezzi da trasporto, ad accordarsi con Alfa per costruire nella fabbrica di Pomigliano d’Arco due gamme di commerciali, l’SG2 e l’SG4, venduto poi con il marchio del Biscione. La produzione proseguì fino al 1975, termine della licenza.

Furono addirittura i due ‘numeri uno’ di Alfa Romeo e Nissan – Ettore Massaccesi e Takashi Ishihara – a firmare nell’ottobre del 1980 la costituzione della Alfa Romeo Nissan Automobili SpA, che portò alla produzione della Arna, una cinque porte basata sul modello giapponese Pulsar. A questo scopo venne costruito in tempi record uno stabilimento a Pratola Serra, in provincia di Avellino, mentre il completamento della meccanica veniva fatto nello stabilimento dell’Alfasud a Pomigliano d’Arco.

Problemi tecnici e un posizionamento commerciale non particolarmente felice (è celebre per lo slogan ‘Arna e sei subito alfista’) non ne decretarono l’atteso successo. La produzione termino nel 1978, contestualmente all’acquisizione di Alfa Romeo da parte di Fiat. Anche le strade di Renault e Jeep si sono incrociate in passato: nel 1979 la Casa francese acquisto l’americana AMC che, a sua volta, controllava la marca Jeep. La collaborazione diede buoni frutti, tra cui il suv compatto Cherokee (importato anche in Italia). Jeep rimase nel portafoglio Renault fino alla cessione della Casa americana a Chrysler Group nel 1987. Da non dimenticare nemmeno la recente collaborazione con Fiat Veicoli Industriali con Renault, che dal 2016 prevede la costruzione del furgone Talento nella fabbrica francese di Sandouville. 

 

 

 

 

 

https://blogcq24.net/

Il Network dei Blogger indipendenti seguici su Telegram: https://t.me/joinchat/DFeCiFjylZNeayjVYLDA6A

 

 

 

Rispondi