Svelati nuovi dettagli relativi alla Ferrari Roma. Ispirata alle GT Ferrari a motore anteriore degli anni ’60, introduce una serie di importanti novità. Il rinnovato gruppo motopropulsore con cambio a 8 rapporti, innanzitutto., Poi l’introduzione del Manettino a cinque posizioni (novità assoluta per la gamma Gran Turismo Ferrari) e il migliore rapporto peso/potenza del segmento.

La Ferrari Roma monta un motore V8 turbo da 620 cv. Le principali innovazioni di questa versione del propulsore V8 Ferrari sono nuovi profili dell’albero a camme, un sensore di velocità che misura la rotazione della turbina consentendo di aumentarne il regime massimo di oltre 5000 giri/min. e l’introduzione del Gasoline Particulate Filter, filtro a matrice chiusa volto ad assicurare il rispetto della più restrittiva normativa anti-inquinamento europea (Euro 6D). Il nuovo cambio a doppia frizione e 8 rapporti, derivato dalla SF90 Stradale, più leggero di 6 kg rispetto alla precedente trasmissione a 7 marce, consente di ridurre i consumi e di esaltare il piacere di guidain contesto urbano e nelle manovre di Stop&Go, nonché di rendere la cambiata più dinamica Al pari degli altri modelli turbo della gamma, anche la Ferrari Roma è caratterizzata dallo ‘zero turbo lag’. La coppia è erogata in funzione della marcia utilizzata grazie al software Variable Boost Management.

Per garantire il tipico sound Ferrari, è stata scelta una nuova geometria della linea di scarico e delle valvole di by-pass, che hanno ora una forma ovale.

Lo sviluppo dinamico della Ferrari Roma si è concentrato sulla massimizzazione dei concetti di fun to drive. Scocca e telaio della Ferrari Roma sono stati riprogettati, il 70% delle componenti è totalmente nuova.

A richiesta gli avanzati sistemi ADAS Ferrari di aiuto ed assistenza alla guida (SAE Level 1) come il Cruise Control adattivo, attivabile direttamente dal volante per un utilizzo quotidiano o per lunghi viaggi in pieno comfort, e i sistemi Autonomous Emergency Braking, Lane Departure Warning con Traffic Sign Recognition, Blind Spot Detection con Rear Cross Traffic Alert e Surround View Camera. Optiona anche i proiettori Matrix LED.

La sinergia e la collaborazione tra Aerodinamica e Centro Stile hanno permesso di adottare soluzioni atte alla generazione di carico verticale tipiche delle auto sportive: 95 i kg di deportanza in più a 250 km/h rispetto alla Ferrari Portofino.

Grazie a un apposito cinematismo, l’ala mobile posteriore può assumere tre diverse posizioni.

Il progetto della Ferrari Roma trae spunto dal concetto di eleganza sportiva celebrata dalle più famose berlinette Granturismo degli anni ’60: iconici il volume “a sbalzo” del frontale con effetto a “naso di squalo” e l’ampio cofano anteriore. Per esaltare il minimalismo formale e rendere la vettura particolarmente adatta ai contesti urbani sono stati rimossi ogni decorazione o sfogo superflui.

Rispondi