Prima Pagina>Motori>Formula SAE Italy, attesa per la proclamazione dei vincitori
Motori

Formula SAE Italy, attesa per la proclamazione dei vincitori

Si sono conclusi nella giornata di giovedì gli eventi statici di Formula SAE Italy, che vedono coinvolti i team di tutte le classi di partecipazione nelle prove del Business presentation event, Design event e Cost event. Nel Business presentation event, gli studenti in gara sono chiamati a simulare una presentazione della vettura proposta davanti a una platea di potenziali investitori. Si è registrata un’ottima performance dei team italiani, due dei quali sono andati in finale: E-Team Squadra Corse dell’Università di Pisa e Dynamis PRC del Politecnico di Milano. Gli altri due finalisti della classe 1C sono PWR Racing Team dell’Università di Wroclaw, per il secondo anno consecutivo in finale, e Einstein Motorsport dell’Hochschule di Ulm. Per quanto riguarda la Classe Driverless, i finalisti sono: Sapienza Corse dell’Università di Roma La Sapienza, MITeamDelft della Delft University of Technology e Ecurie Aix Formula Student Team RWTH Aachen dell’RWTH Aachen University. Nella Classe 1E (vetture elettriche), il l’Aristotle University Racing Team Electric – Aristurtle della Aristotle University of Thessaloniki va in finale per il secondo anno consecutivo. Gli altri due finalisti sono: HofSpannung Motorsport dell’University of Applied Sciences Hof e Blue Flash Mobility Concepts di HAWK Gottingen. Nella Classe 3 (presentazione del solo progetto della vettura), in finale troviamo due team italiani: Unical Reparto Corse dell’Università della Calabria e STV-Scuderia Tor Vergata dell’Università di Roma Tor Vergata, insieme a Strohm und Sohne della Technische Hochschule Nurnberg Georg Simon Ohm. Passando al Design event si è riscontrato un livello di preparazione dei team piuttosto variegato e abbastanza polarizzato verso gli estremi, con una relativamente bassa concentrazione di team di livello medio-alto. Tra i finalisti della Classe 1C del Design event c’è Dynamis PRC del Politecnico di Milano, che ha dimostrato di essere un team consistente, che cresce in maniera costante negli anni, arrivato ora ad un livello molto interessante, potendosi confrontare con i migliori team europei. High-Octane Motorsports della Friedrich-Alexander University Erlangen Nuremberg ha presentato una vettura molto curata dal punto di vista aerodinamico ed ottimizzata dal punto di vista dei pesi, la più leggera tra le vetture di punta (151 kg). Il CTU CarTech della Czech Technical University of Prague ha dimostrato, infine, di avere un’ottima organizzazione del team. Tra i finalisti della Classe 1E, FS Team Tallin della Tallin University of Technology si è rivelato stupefacente perché, nonostante provenga da un Paese che non ha tradizione automobilistica, la buona organizzazione l’ha portato a raggiungere, dall’anno scorso, livelli ai vertici della competizione. Nella Classe 3, i team italiani si sono distinti con un buon livello, lasciando intravedere la possibilità di buoni risultati nel momento in cui potranno realizzare in concreto quanto fatto sulla carta fino ad ora. I finalisti di questa classe sono STV-Scuderia Tor Vergata dell’Università di Roma Tor Vergata, SRT Electric della Belgorod State Technological University after V. G. Shukhov e Unitus Racing Team dell’Università della Tuscia.

Nella Classe 1D, il punteggio del Design Event è di 275 punti, rispetto ai 150 delle altre classi, punti assegnati in base allo sviluppo dell’autonomous system e non alla progettazione del veicolo. Il livello generale dei team di questa classe è risultato elevato. Passando ai finalisti, MITeamDelft della Delft University of Technology si è distinto per l’approccio innovativo; il team municHMotorsport, della Hochschule fur Angewandte Wissenschaften Munchen ha sviluppato il sistema già presentato l’anno scorso, apportando migliorie soprattutto al sistema di sensoristica mentre il team RWTH Aachen della Ecurie Aix Formula Student Team RWTH Aachen, infine, si è contraddistinto come team giovane, molto preparato, con una buona conoscenza del veicolo e attuatori per freni e sterzo ben congegnati. La rosa dei primi tre classificati della Classe 1C comprende: UH Racing della University of Hertfordshire, E-Team Squadra Corse dell’Università di Pisa e il team Race UP Combustion dell’Università di Padova. Nella Classe 1 E sono in finale Aristotle University Racing Team Electric – Aristurtle della Aristotle University of Thessaloniki, E-Motion Rennteam Aalen della Hochschule Aalen, la Squadra Corse PoliTO del Politecnico di Torino e Blue Flash Mobility Concepts di HAWK Göttingen. Tra i finalisti della Classe 3, Unical Reparto Corse dell’Università della Calabria, AUMotorsports di Alexandria University e Strohm und Söhne della Technische Hochschule Nürnberg Georg Simon Ohm.

Infine, nella Classe 1D, sono Sapienza Corse dell’Università di Roma La Sapienza, University Racing Eindhoven di Eindhoven University of Technology, High-Octane Motorsports della Friedrich-Alexander University Erlangen Nuremberg e Ecurie Aix Formula Student Team RWTH Aachen di RWTH Aachen, a riportare i migliori risultati.

Rispondi