Prima Pagina>Motori>Gomme a bassa resistenza di rotolamento, che idea
Motori

Gomme a bassa resistenza di rotolamento, che idea

ROMA – Il risparmio energetico passa per ogni dettaglio, anche per le gomme. Il riferimento va ai pneumatici a bassa resistenza di rotolamento, nati  per le auto elettriche e ora sbarcati anche nel mondo dell’off-road. L’idea è della Pirelli che con lo Scorpion Zero All Season propone un pneumatico Ultra High Performance (UHP) pensato per i SUV e realizzato per massimizzare le prestazioni in ogni stagione, sull’asciutto e sul bagnato, garantendo livelli eccellenti di comfort e sicurezza, oltre a ridurre al minimo i livelli di rumorosità.

Advertisements

“I nostri ingegneri – spiegano alla casa della P lunga – hanno lavorato con la Casa britannica per realizzare la versione tailor made degli Scorpion Zero All Season per il nuovo Defender: l’ultimo modello di Land Rover dedicato al fuoristrada, frutto di un intenso lavoro di sviluppo del produttore inglese, che ha realizzato numerosi test in tutto il mondo per simulare le situazioni d’utilizzo più estreme”.

Lo sviluppo del nuovo pneumatico segue la filosofia perfect fit di Pirelli, utilizzando nuovi materiali nelle strutture e nelle mescole, per raggiungere la Classe A di rolling resistance richiesta specificatamente nelle applicazioni off-road e wet grass. Per questo tipo specifico di test in collina, Land Rover ha provato i Pirelli Scorpion Zero All Season in salita a velocità costante e in senso trasversale alla pendenza per verificare il grip laterale su erba bagnata. Per rispettare tutti i requisiti di efficienza energetica e prestazioni richiesti da Land Rover per il Defender sono state apportate modifiche alla struttura degli Scorpion Zero All Season, con l’aggiunta di un nuovo dettaglio nella zona della spalla e di una doppia lamella, che consente di incrementare e massimizzare il grip laterale su erba, fango e neve. Un elemento fondamentale che garantisce a Defender stabilità e performance anche a velocità particolarmente elevate e su applicazioni tipiche del fuoristrada.

Fonte www.repubblica.it

Rispondi