Prima Pagina>Motori>Hypercar Aston Martin AM/RB 003, ora si chiama Valhalla
Motori

Hypercar Aston Martin AM/RB 003, ora si chiama Valhalla

Aston Martin resta fedele alla tradizione di utilizzare un nome che inizia con la V (la prima è stata la Vantage del 1951) per contraddistinguere i suoi modelli più esclusivi e prestazionali. Dopo le recenti denominazioni Vanquish e Valkyrie, arriva ora Valhalla – termine di chiara provenienza nordeuropea – con cui Aston Martin identificherà la prossima hypercar fino ad oggi conosciuta come AM/RB 003. ”I nomi dei modelli Aston Martin attirano sempre molta attenzione – ha detto Il presidente di Aston Martin Lagonda e AD del Gruppo, Andy Palmer – e questo perché invariabilmente catturano un’emozione o raccontano una storia. Dopo Valkyrie sapevamo che Aston Martin Valhalla doveva essere in grado garantire una forte affermazione, offrendo anche continuità e chiarezza nel collegamento col passato. La mitologia norvegese contiene un linguaggio così potente e una ricca narrazione da farci ritenere giusto che l’AM-RB 003 seguisse il tema di Valkyrie. Per quelli abbastanza fortunati da possederne una – ha ribadito Palmer – sono sicuro che riconosceranno e apprezzeranno la connotazione di un nome che evoca gloria e felicità, perché ci possono essere pochi luoghi più sacri del posto di guida di un Aston Martin Valhalla”.

La sportiva ad altissime prestazioni, che prende il nome dal paradiso dei guerrieri celebrato nell’antica mitologia norvegese, sarà prodotta in solo 500 esemplari. Cuore di questa hypercar estrema a motore centrale, sviluppata assieme a Red Bull Advanced Technologies e Adrian Newey, sarà la combinazione ibrida di un benzina V6 con doppio turbocompressore e di un sistema elettrico che dovrebbe assicurare, secondo quanto riportato dai media, una potenza complessiva di 1.000 Cv. Costruita interamente in fibra di carbonio e caratterizzata da una aerodinamica ‘radicale’ – così come presente nella Valkyrie, la Aston Martin Valhalla dovrebbe essere proposta ad un prezzo di 1,1 milioni di sterline, pari a 1,235 milioni di euro.

Rispondi