Prima Pagina>Motori>Insigna Country Tourer, ammiraglia per tutti i terreni
Motori

Insigna Country Tourer, ammiraglia per tutti i terreni

 Country si, ma tecnologica, con proporzioni da ammiraglia e pensata per essere a suo agio sull’asfalto come sullo sterrato. Al volante di Insigna Country Tourer, nell’allestimento top di gamma, ci siamo spinti sulle prime alture del pavese, dove la trazione integrale con torque vectoring e la distanza dal suolo aumentata di 25 mm rispetto al modello a due ruote motrici, ci hanno permesso di affrontare con disinvoltura tanto i tornanti asfaltati quanto quelli più sassosi delle prime strade bianche incontrate. La vettura che abbiamo provato, che va affiancarsi alle altre varianti Grand Sport e Sports Tourer, è quella pensata in modo specifico per gli amanti dell’avventura ed è equipaggiata con il meglio della tecnologia fornita dal costruttore tedesco, oltre al motore diesel BiTurbo dalle prestazioni molto interessanti e al cambio automatico a otto rapporti.

A dettare le regole, sulla Country Tourer che abbiamo provato, è il potente motore turbo diesel che garantisce prestazioni elevate. L’unità diesel top di gamma è infatti il nuovo BiTurbo diesel 2.0 litri che genera 154 kW/210 CV a 4.000 giri, sviluppando una potente coppia di 480 Nm a partire da soli 1.500 giri grazie al doppio turbo sequenziale con due stadi di compressione. La potenza che serve a chi ama l’avventura dietro ad un volante, è così assicurata, tra il piacere di guida e la spinta granita anche dal nuovo cambio automatico a otto rapporti e alla trazione integrale Twinster. Il resto lo fanno la distanza dal terreno aumenta, l’innovativa trazione integrale con torque vectoring e l’altrettanto nuova sospensione posteriore a cinque bracci, così da poter lasciare le strade asfaltate in tutta tranquillità.

Invece del tradizionale differenziale posteriore, che trasmette la coppia alle ruote posteriori, Opel Insignia Country Tourer vanta due frizioni a dischi multipli a controllo elettronico che consentono di trasferire la potenza individualmente e in modo preciso a ciascuna ruota, indipendentemente dalle condizioni meteorologiche. Per contrastare la tendenza al sottosterzo nelle curve più strette, per fare un esempio, il sistema, in funzione dell’accelerazione e del movimento dello sterzo, aumenta la quantità di coppia inviata alla ruota posteriore esterna. Tutto ciò avviene senza alcun intervento da parte del guidatore e in una frazione di secondo, stabilizzando così il veicolo. cosa significa in altre parole? che Insignia è più stabile e guidabile in tutte le situazioni. All’esterno, la griglia, larga e in grande evidenza, oltre ai sottili gruppi ottici danno l’impressione di larghezza e stabilità, mentre la protezione sottoscocca di colore silver spinge la vettura verso il basso per sottolinearne robustezza e presenza su strada.

Caratteristici della versione Country Torer di Insigna sono poi i rivestimenti protettivi neri e sagomati, nella parte inferiore, sui passaruota e lungo la fiancata. Una protezione sottoscocca color silver c’è anche nella parte posteriore dell’auto, così come ci sono e le doppie cornici cromate degli scarichi. Sul fronte tecnologia, tutto quello che serve c’è. Tra i punti di forza, si fa notare la seconda generazione degli innovativi fari attivi a led IntelliLux di Opel, con i loro 32 elementi led integrati nei sottili gruppi ottici anteriori (16 su ogni lato) con illuminazione attiva delle curve una portata di 400 metri. Altre tecnologie presenti sono l’head-up display, la telecamera con visione a 360°, il cruise control attivo (ACC) con frenata automatica di emergenza, il sistema di mantenimento della corsia di marcia Lane Keep Assist con correzione automatica dello sterzo e il sistema Rear Cross Traffic Alert.

Rispondi