Per il secondo anno consecutivo, Jeep Cherokee ha conquistato il primo posto nella speciale classifica dei modelli con maggiore ‘americanità’ fra quelli costruiti negli Stati Uniti. Secondo l’American-Made Index (AMI) che viene elaborato ogni anno dagli esperti di Cars.com, Cherokee è l’auto che meglio soddisfa le condizioni per essere considerata un autentico prodotto a Stelle e Strisce. I parametri che vengono valutati sono la dislocazione della fabbrica, il contenuto di parti di origine locale (così come identificato dall’American Automobile Labeling Act), l’origine del motore, la provenienza del cambio e la creazione di posti di lavoro nelle fabbriche Usa della marca.

”Jeep Cherokee è in testa al nostro American-Made Index per il secondo anno di fila – ha detto Kelsey Mays, senior consumer affairs editor di Cars.com – questo grazie ai migliori punteggi nei cinue fattori che sono analizzati dall’indice”. Costruita nel Belvidere Assembly Plantdell omonima località nello Stato dell’Illinois, Jeep Cherokee è dotata di un nuovo motore benzina 4 cilindri 2.0 a iniezione diretta, che la rende ancora più vantaggiosa sul piano dei consumi e delle emissioni. Al secondo posto nella classifica di Cars.com si è piazzato il monovolume Honda Odyssey, seguita da altri due modelli della stessa Casa giapponese, il pick-up Ridgeline e il suv Passport.

Ed è davvero curioso che dopo la Chevrolet Corvette (quinta) si piazzino altre due Honda, l’Acura MDX (brand premium specifico per gli Usa) e il suv Pilot. All’ottavo e al nono posto l’indice AMI colloca altri due modelli del Gruppo GM, il Chevrolet Colorado e il GMC Canyon, seguiti al decimo da un altro prodotto Honda, l’Acura RDX.

Rispondi