Prima Pagina>Motori>Kia e-Soul, tanti vantaggi su strada dalle nuove batterie
Motori

Kia e-Soul, tanti vantaggi su strada dalle nuove batterie

Forte del titolo di ‘Auto dell’Anno’ che le è stato appena conferito negli Usa dall’autorevole magazine Popular Mechanics la nuova generazione di Kia Soul è pronta al debutto anche in Europa. Ma il simpatico crossover dal design ‘boxy’ (cioè squadrato come una scatola) arriva da noi in estate – a differenza degli Stati Uniti dove viene venduta anche con motori benzina – esclusivamente con propulsione 100% elettrica.

Una decisione, quella della Casa coreana, che è coerente con il carattere pionieristico e innovativo di Kia, già presente nel segmento delle BEV con Niro e tra le PHEV con Niro e Optima. Nuova e-Soul è estremamente interessante dal punto di vista dell’utenza, poiché porta sul mercato due varianti – con potenza di 100 kW (136 Cv) e 150 kW (204 Cv) e batterie rispettivamente da 39,2 e 64 kWh – per offrire due diversi livelli di autonomia, cioè 276 e 452 km. Rispetto alla precedente Soul EV ambiano evidentemente anche i prezzi (si parte da 39.600 euro) ma non quella super-garanzia di 7 anni e 150mila km che, nello specifico caso delle auto elettriche, mette al riparo da tutti i problemi, batterie comprese, per un periodo d’uso davvero lungo per questa tipologia di veicolo. ”Il mercato è cambiato significativamente negli ultimi anni, e nel 2018, l’ultimo anno di vendita della Soul uscente – ha dichiarato Emilio Herrera, chief operating officer di Kia Motors Europe – abbiamo venduto in Europa più Soul EV a emissioni zero rispetto alla combinazione delle versioni benzina e diesel. Kia è oggi riconosciuta come leader globale nei veicoli elettrificati, con una gamma crescente di veicoli ibridi, elettrici ibridi plug-in e ibridi miti. I modelli elettrificati hanno rappresentato una delle otto auto Kia vendute in Europa nel 2018, rispetto a una su 10 nel 2017, e la nuova e-Soul rafforzerà ulteriormente questo slancio”. Uno dei segreti dell’efficienza della ultima e-Soul 2019 sono i pacchi batteria ai polimeri di litio di nuova generazione che offrono fino al 30% in più di efficienza rispetto all’attuale ‘rivale’ elettrico più venduto in Europa. La densità di energia pari a 250 Wh/kg, – ottenuta grazie alla nuova composizione chimica delle celle – consente infatti di immagazzinare il 25% di energia in più. Nella prova su strada, nell’area urbana e suburbana di Francoforte, Kia e-Soul in variante ‘long range’ da 150 kW sorprende per la facilità di guida e per l’elevato livello delle prestazioni. Non sono tanto i 204 Cv a fare la differenza in città, quanto il 395 Nm di coppia (il 39% in più rispetto ai 285 Nm del modello precedente) che sono disponibili praticamente da zero giri, assicurando da fermo uno spunto che nei primi metri al semaforo verde lascia di stucco i guidatori delle classiche sportive tedesche.

Il guidatore può scegliere fra quattro modalità di funzionamento (Normal, Sport, Eco ed Eco+) che influiscono su prestazioni e autonomia, ed ha soprattutto a disposizione una serie di avanzate tecnologie di gestione dell’energia e del suo recupero che – una volta appresse – rendono davvero entusiasmante anche la sfida a battere i propri record di ‘consumo’. E’ il caso della frenata rigenerativa che si predispone con le palette al volante (sembrano quelle di un cambio sequenziale sportivo) e che selezionano tre livelli di rallentamento e di recupero dell’energia. L’auto, insomma, si guida praticamente senza toccare il pedale del freno e ogni volta che si scende di velocità o ci si deve fermare, la batteria – si vede facilmente dal display – ne ha grande beneficio. Decisamente innovativi anche i sistemi di gestione remota (come il riscaldamento del pacco batterie o la climatizzazione dell’abitacolo) e quelli che attraverso il navigatore informano sulle possibilità di ricarica e sulla convenienza di determinati itinerari.

A livello di comportamento stradale, e-Soul evidenzia l’importante progresso realizzato con la combinazione di una struttura più rigida (+24,7% grazie ad un uso superiore (+35,5%) di acciai ad alta resistenza e di sospensioni e sterzo aggiornati. La riprogettazione della scocca ha fatto anche guadagnare 3 cm nel passo e 6 in lunghezza (l’auto adesso sfiora i 4,2 metri) e quindi migliorando l’abitabilità.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *