Prima Pagina>Motori>Museo Ferrari prolunga a fine aprile mostra su Schumacher
Motori

Museo Ferrari prolunga a fine aprile mostra su Schumacher

Sulla scia di un grande successo di pubblico e di critica e sotto la spinta delle richieste dei tifosi delle Rosse, il Museo Ferrari di Maranello ha deciso di prolungare sino al 30 aprile la mostra ‘Michael 50’, dedicata a Schumacher. Aperta lo scorso 3 gennaio, giorno del cinquantesimo compleanno del campione tedesco, l’esposizione temporanea ripercorre le gesta del sette volte iridato di Formula 1, a cinque anni dal terribile incidente che lo ha visto protagonista sulle piste da sci di Meribel.

I visitatori possono rivivere la straordinaria carriera di Schumy, ricca di record ineguagliati, ammirando alcune delle monoposto più importanti guidate dal casco di Hurth, durante gli undici anni vissuti intensamente con la Scuderia del Cavallino Rampante. L’allestimento rivela anche una sua qualità poco nota a molti appassionati di motori, quella di fine sviluppatore di vetture stradali, tra cui le Ferrari 430 Scuderia e California.

Organizzata in collaborazione con la Fondazione Keep Fighting, presentata in parallelo con le rassegne ”Driven by Enzo” e ”Passion and Legend”, ”Michael 50” offre l’opportunità di fotografare e apprezzare nella Sala delle Vittorie alcune delle monoposto più significative portate al successo da Schumy: dalla F310 del 1996, con la quale vinse tre GP nella sua prima stagione con il Cavallino Rampante, alla F399 con cui conquistò il titolo Costruttori nel 1999, alla F1-2000 guidata a Suzuka al titolo mondiale, a 21 anni di distanza da Jody Scheckter. Da citare anche la F2002, la F2004 e la 248 F1 del 2006, la monoposto della sua settantaduesima vittoria, l’ultima con una Ferrari.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *