Prima Pagina>Motori>Nissan taglia altri 700 posti di lavoro in stabilimento Usa
Motori

Nissan taglia altri 700 posti di lavoro in stabilimento Usa

A causa del rallentamento nelle vendite nel mercato Usa dei furgoni NV e dei pick-up Frontier e Titan, Nissan ha annunciato che ridurrà di 700 lavoratori (tutti a contratto) la forza operativa nel suo stabilimento a Canton nello Stato del Mississippi. L’annuncio arriva a meno di un mese dalla decisione di lasciare a casa 1.000 persone nelle fabbriche in Messico, il tutto nell’ambito della riduzione del 20% di tutto il personale impiegato in Nordamerica. Nel dettaglio l’azienda taglierà uno dei due turni di lavoro del modello NV – nelle varianti merci e passeggeri – mentre per pick-up Frontier e Titan i turni scenderanno da tre a due. Nissan, che costruisce a Canton anche le berline Altima e i suv Murano, prevede – secondo quanto riporta ABC News – un calo generalizzato delle vendite con prospettive di incremento per la sola nuova generazione del pick-up ‘medio’ Frontier che al momento attuale si trova svantaggiato rispetto agli ultimi modelli Jeep e Ford. Nessuna riduzione in vista, invece, per gli 8.400 lavoratori Nissan impiegati a Smyrna, in Tennessee.

Rispondi