Prima Pagina>Motori>Nuovo Mercedes GLC, per ‘fare strada’ accelera nell’offroad
Motori

Nuovo Mercedes GLC, per ‘fare strada’ accelera nell’offroad

Daimler cala un altro ‘asso’ sul tappeto verde della accesa partita per la conquista dei mercati automobilisti e, in particolare, nel segmento dei suv. Con la presentazione della nuova generazione di GLC – il modello compatto che è uno dei core business di Mercedes in numerosi mercati – la Casa della Stella a Tre Punte sposta il posizionamento di GLC verso una clientela più giovane e dinamica, alla ricerca di un modello sportivo, connesso e ricco di personalità, il tutto senza rivoluzionare la ‘base’ di partenza rispetto alla versione lanciata nel 2015.
Grazie a piccoli accorgimenti stilistici, il nuovo GLC appare oggi più largo e performante. Superfici modellate e dettagli incisivi come gli elementi cromati – ora presenti di serie dal frontale fino alla coda – fari ridisegnati, mascherina pronunciata ne sottolinenano l’esclusività, il carattere sportivo, ma anche la migliorata capacità offroad.

GLC propone infatti, oltre a importanti miglioramenti delle sospensioni – compreso il debutto del Dynamic Body Control – due specifici programmi Offroad all’interno del Dynamic Select sulla il primo per guida su sterrato, ghiaia, sabbia e neve e quello Plus per un fuoristrada più impegnativo con tratti rocciosi o forti pendenze. La trazione integrale 4Matic (di serie) è stata completamente riprogettata e la nuova configurazione a tre stadi dell’ESP offre un dinamismo ancora maggiore con i programmi di marcia Sport e Sport +.
Sotto al cofano i motori 4 cilindri benzina e diesel di ultima generazione: il 2.0 M 264 si caratterizza in particolare per la maggiore potenza e i consumi nettamente inferiori. Nel GLC 200 e GLC 300 questa unità sostituisce il precedente M 274 mentre il 4 cilindri diesel OM 654 rimpiazza il motore OM 651.

Principali elementi tecnologici di questa nuova generazione di propulsori sono il sistema di fasatura variabile delle valvole Camtronic, che permette all’impianto di scarico di scaldarsi senza far aumentare il consumo, il turbocompressore a gas di scarico twin scroll e il sistema mild hyibrdi a 48 Volt con alternatore-starter con trasmissione a cinghia. Questo dispositivo permette di realizzare senza componenti importanti funzioni ibride come il recupero di energia, l’effetto boost e il sailing a motore spento.
La versione GLC 200 dispone di 197 Cv con 280 Nm di coppia, la GLC 300 sale a 258 Cv e 370 Cv. Per le unità diesel, la variante GLC 200d eroga 163 Cv e 360 Nm, la 220d a 194 Cv e 400 Nm e la più performante 300d a 245 Cv e 500 Nm di coppia. Il debutto commerciale è previsto a metà dell’anno.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *