Prima Pagina>Motori>Pneumatici del futuro? Reagiscono a condizioni meteo
Motori

Pneumatici del futuro? Reagiscono a condizioni meteo

Il futuro degli pneumatici è smart.

La gomma intelligente potrebbe essere dotata di sensori in grado di misurare, identificare e reagire ai cambiamenti che intervengono nell’ambiente in più modi rispetto a quanto possa fare l’automobilista. Secondo una ricerca condotta per conto di Nokian Tyres, il 44% degli automobilisti chiede pneumatici più sicuri, ben il 34% invece la possibilità che le gomme utilizzino sensori per adattarsi alle condizioni meteo differenti. Questi dispositivi infatti potrebbero misurare la profondità del battistrada e il grado di logoramento e avvisare il conducente quando sono necessari nuovi pneumatici o chiedergli di ruotarli tra anteriori e posteriori così da uniformarne l’usura e ottimizzare la loro longevità.

Nella prima ondata di tecnologia intelligente, i sensori installati negli pneumatici misureranno diverse variabili e inoltreranno le informazioni al conducente, direttamente nei sistemi di bordo del veicolo o sul suo dispositivo mobile.

Tuttavia, un vero pneumatico intelligente è quello che può reagire automaticamente alle informazioni ricevute dal sensore – senza alcuna interferenza dell’automobilista.

“Questi pneumatici potrebbero adattarsi automaticamente alle condizioni meteo e a quelle della strada modificando, ad esempio, il battistrada” ha spiegato Teemu Soini, responsabile per le nuove tecnologie di NokianTyres, parlando di ciò che dobbiamo aspettarci per il futuro. “Con condizioni meteo piovose – ha aggiunto – le scanalature che immagazzinano acqua potrebbero aumentare di volume riducendo il rischio di aquaplaning”.

L’industria degli pneumatici ha già mosso i primi passi verso gli pneumatici intelligenti e i sensori sono già comunemente utilizzati per misurare la pressione di gonfiaggio.

Tuttavia, non sono ancora disponibili pneumatici intelligenti.

“Attualmente – ha rilevato Soini – ci sono pochissime applicazioni intelligenti di prossima generazione per gli pneumatici destinati alle auto, ma questo contesto cambierà certamente nei prossimi cinque anni, e gli pneumatici premium forniranno più soluzioni di assistenza al conducente. Gli pneumatici che reagiscono automaticamente sono ancora qualcosa di futuribile”. (ANSA).

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *