Prima Pagina>Motori>Seat, Leon a metano con nuovo motore 1.5 TGI
Motori

Seat, Leon a metano con nuovo motore 1.5 TGI

Seat, come gli altri brand del gruppo Volskwagen, continua a scommettere sulle versioni alimentate a gas naturale, in particolare quella della Leon, ora con il nuovo motore 1.5 TGI, con un’autonomia a metano ancora maggiore, grazie all’integrazione di tre bombole dedicate. La nuova Leon TGI, prodotta presso lo stabilimento di Martorell, monta un motore turbo quattro cilindri a iniezione diretta da 1.5 litri della Leon TGI Evo, (basato sul motore TSI benzina di pari cilindrata) con sistema Start-Stop, turbocompressori a geometria variabile di ultima generazione e un processo di combustione a ciclo Miller per massimizzare efficienza e prestazioni.

All’interno, il motore è stato riprogettato per soddisfare le esigenze di funzionamento a metano; i pistoni rivestiti in nichel-cromo incorporano nuovi segmenti appositamente modificati per essere compatibili con il gas, mentre valvole e sedi valvole sono state rinforzate per incrementare la resistenza all’usura, e le valvole sono state inoltre sollevate per migliorare la circolazione del gas verso l’interno della camera.

La nuova Leon TGI eroga 130 CV di potenza a 5.000 giri/min (20 CV in più rispetto al precedente motore 1.4 litri) e una coppia di 200 Nm tra 1.400 giri e 4.000 giri/min. Il propulsore può essere abbinato sia al cambio manuale a sei rapporti, sia al cambio automatico DSG a sette rapporti. La capacità totale dei serbatoi è di 17,3 kg, consentendo una percorrenza totale a metano fino a 500 km (in presenza di cambio automatico DSG, 480 km con cambio manuale); la capacità del serbatoio in acciaio per la benzina si attesta invece a 9 litri, il che si traduce in un’ulteriore autonomia di circa 150 km. Il motore quindi si avvia sempre in modalità metano, eccetto quando la temperatura esterna è inferiore ai 10° sotto zero o subito dopo un rifornimento di gas. Prezzi a partire da 24.415 euro, che diventano 25.165 per la station wagon.

Rispondi