La richiesta per le auto elettriche del brand EQ si rafforza, così come quella per le ibride dal range di autonomia sempre più esteso, anche se non si abbandona la strada del diesel, battuta principalmente dai clienti business, soprattutto europei. Britta Seeger, responsabile Marketing & Sales di Mercedes Benz e membro del board of management of Daimler AG, in una conference call che ha sostituito il roundtable previsto al salone di Ginevra, poi annullato, dipinge un ‘quadro’ del mercato globale automotive ai tempi del Coronavirus. Proprio a questo proposito la Seeger precisa che il gruppo ”continua a monitorare la situazione giorno per giorno e l’approccio è positivo. Si sta lentamente tornando alla normalità in Cina, anche per quanto riguarda la rete di fornitori”. ”È una situazione – ha puntualizzato la Seeger – che continuiamo a monitorare giorno dopo giorno, al momento infatti è un po’ presto per definire l’impatto che avrà alla fine di quest’anno”. Di fronte a questa emergenza, poi, si è discusso anche delle forme e dei canali di acquisto alternativi e, a tal proposito, la Seeger ha precisato che ”si registra un aumento delle vendite online”. Una modalità, questa, che sta prendendo piede nei mercati di Usa e Cina e che riguarda altri dodici Paesi: ”Sono i consumatori a chiederlo – ha detto – e studiando le tendenze auspichiamo che entro il 2025 il 25% delle vendite possano avvenire online”. La maggior parte di queste, con molta probabilità, saranno quelle riservate al canale business: i clienti avranno modo di registrarsi online, confrontarsi con differenti categorie di veicoli e scegliere quella più giusta per loro, una situazione che consente al gruppo anche di avere un feedback sulla customer experience. ”Le abitudini e i comportamenti dei clienti stanno cambiando – ha aggiunto la Seeger – anche in base all’alimentazione”. ”Le persone – ha specificato – sono interessate alle auto elettriche e cercano di organizzare i loro spostamenti in maniera diversa, anche tenendo conto delle varie modalità di ricarica – ha sottolineato -. Ognuno sceglie in base alla mobilità di cui ha bisogno, ricaricando l’auto a casa, ad esempio, ma anche a lavoro”. E proprio sulla mobilità dei prossimi anni la Seeger sembra non avere dubbi: entro il 2030 il 50% dei veicoli venduti dal gruppo saranno elettrificati (elettrici ed ibridi plug-in). Dal 2025 al 2030 questa percentuale sarà compresa tra il 15 ed il 25%. Ma nei piani della casa della Stella non ci sono solo le full electric, con in testa la EQC, e le ibride con la spina. La casa di Stoccarda continua anche ad investire nel diesel perché ”ce lo chiedono i clienti, – ha chiosato – soprattutto in Europa”. Infine sul brand Smart, dopo la recente alleanza con Geely: la prima global ‘smart’ – realizzata con i cinesi – arriverà nel 2022.

Rispondi